header logo

In una nota diramata dalla FIGC ai club sono stati stabiliti i criteri per la partecipazione alla prossima Serie A. Tra i vari adempimenti spunta uno che riguarda espressamente l'impegno che deve avvenire per iscritto dei club a non partecipare a competizioni private non riconosciute da Fifa, Uefa e FIGC.

"Le società devono, entro il termine perentorio del 4 giugno 2024, osservare il seguente adempimento: depositare presso la Lega Nazionale Professionisti Serie A, anche mediante posta elettronica certificata, la domanda di ammissione al Campionato di Serie A 2024/2025, contenente la richiesta di concessione della Licenza Nazionale e l’impegno a non partecipare a competizioni organizzate da associazioni private non riconosciute dalla FIFA, dalla UEFA e dalla FIGC. L’inosservanza del termine perentorio del 4 giugno 2024, anche con riferimento ad uno soltanto degli adempimenti previsti dai precedenti paragrafi I), II), III), V) e VI) per la partecipazione al Campionato Professionistico di competenza, determina la mancata concessione della Licenza Nazionale 2024/2025”. 

La conferenza stampa di Di Francesco prima di Lazio - Frosinone 

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Decreto Crescita, salta la proroga a febbraio: I club di Seria A nei guai per il prossimo mercato