header logo

E' saltata dopo un'accesa discussione nel Consiglio dei Ministri la proroga fino al 29 febbraio del decreto crescita. Il mondo del calcio ne ha usufruito in maniera significativa durante il periodo in cui è stato possibile aderire ad una tassazione agevolata per i calciatori che provenivano da campionati esteri. L'impatto potrebbe essere subito impattante nel prossimo mercato di gennaio in cui tutti i calciatori avranno una tassazione normale più impattante per le casse dei club. Severa l'opposizione dell'associazione calciatori che in mattinata aveva evidenziato il dissenso alla proroga che a loro modo di dire andava a ledere i diritti dei giovani calciatori italiani agevolando acquisti dall'estero. 

La conferenza stampa di Di Francesco prima di Lazio - Frosinone

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Lotito furioso contro la mancata proroga del decreto crescita: "Bella fesseria e l'associazione calciatori..."