header logo

Caos in assemblea di Lega Calcio ieri mentre si stava decidendo sull'ufficializzazione delle date della prossima Supercoppa Italiana. De Laurentiis e Commisso sono sul piede di guerra ed hanno minacciato la possibilità che Napoli e Fiorentina si ritirino dalla competizione per via dello slittamento di 3 settimane della manifestazione inizialmente prevista tra il 4 e l'8 di gennaio. La nuova calendarizzazione del trofeo ha costretto la Lega Calcio a rivedere il calendario che nel frattempo è stato già ufficializzato. Alla base della possibile rinuncia da parte di De Laurentiis, che sembrerebbe quello più contrariato, ci sarebbero questioni di calendario con le nuove date tra il 21 ed il 25 gennaio troppo a ridosso del ritorno delle coppe europee che per il Napoli vorrebbe dire Champions League. Allineata al patron partenopeo anche la Fiorentina che in questo momento cavalca il sogno della qualificazione alla prossima Champions League. 

trofeo supercoppa italiana con sfondo scritta jeddah

La soluzione della Lega Calcio

Il nuovo format con semifinali e finale porterà nelle casse dei club una somma pari a 23 milioni di euro che verranno divise tra le 4 partecipanti. Nel caso in cui Napoli e Fiorentina rimanessero ferme sulla loro decisione a via Rosellini hanno già trovato una soluzione alternativa con Milan ed Atalanta pronte a subentrare in corse che avrebbero dato già la loro disponibilità. Di certo non sarebbe un bello spot per il calcio italiano assegnare la Supercoppa ad una squadra che non aveva maturato il diritto a parteciparvi. Una situazione che però deve essere risolta in nome dell'accordo sottoscritto con il paese saudita che comporterebbe gravi penali nel caso di mancato svolgimento. 

5 luglio 1987, la Lazio del - 9 diventa leggenda: il ricordo della società - VIDEO
Lazio, Edy Reja spegne 78 candeline: gli auguri della società