header logo

Nell'ultimo fine settimana si è svolta a Gubbio (PG) la Festa del Cross Gubbio 2023 la S.S. Lazio Atletica Leggera ha centrato l’obbiettivo e per la terza volta di fila si è riconfermata come migliore squadra assoluta del Comitato Regionale Lazio, nella classifica generale dei Campionati Italiani di Società, risultato ottenuto sia dalla squadra maschile e da quest’anno anche con la formazione femminile.

Questo il comunicato della Sezione biancoceleste sui specifici piazzamenti:

"La piazza d’onore in casa Lazio Atletica va alle nostre ragazze che si piazzano in 22^ posizione su 57 squadre a livello nazionale, sfiorando per 2 posizioni, e pochi punti, l’accesso automatico alla finale del prossimo anno che sarebbe stato un risultato di prestigio. Le belle prestazioni che ci hanno permesso di ottenere la 22^ posizione in classifica da parte delle nostre atlete che hanno corso sul bel percorso del Parco del Teatro Romano di Gubbio, sono le seguenti: 50^ Biancamaria Boev, 73^ Burcin Ayse Sonmez, 86^ Giulia Cappelli, 161^ Emanuela Cancellieri.

La solita Grande prova dei nostri atleti Laziali ci permette di ottenere la 52^ posizione assoluta nella classifica a squadre su 72 squadre italiane con i seguenti piazzamenti 155° Matteo Cuozzo, 161° Alessio Tanfoni, 178° Marco Borneti, 194° Stefano Oddi, 215° Emanuele Conti.

Nel pomeriggio di sabato abbiamo partecipato con una nostra formazione alla staffetta Master nella categoria SM40 con i seguenti staffettisti, Emanuele Conti, Gino Frittella, Diego Iacovone e Marco Borneti che hanno ottenuto l’ottava posizione finale.

Buona prova anche dei nostri giovani Allievi che portano la maglia al traguardo per la prima volta in una manifestazione partecipatissima e di alto profilo con le seguenti prestazioni, 144° Marco Aurelio De Carolis, 151° George Micu, 215° Edoardo Folcarelli.

I nostri atleti si meritano un applauso da tutti i Laziali che seguono le nostre attività sportive che la S.S. Lazio Atletica Leggera svolge, ci fa piacere sottolineare le belle prestazioni di tutti iniziando dalle nostre ragazze che hanno permesso alla squadra femminile di ottenere la 22^ posizione in classifica sul bellissimo percorso del Parco del Teatro Romano di Gubbio che ci ha visto nel 2016 vincere il titolo di Campioni d’Italia in combinata femminile.

La prima delle nostre atlete, con un’ottima prestazione atletica, è Biancamaria BOEV. La sua corsa gli permette di piazzarsi in 50^ posizione ottenendo la piazza d’onore tra le atlete della nostra regione. La nostra “Dottoressa” si sta distinguendo per attaccamento alla squadra e alla causa Laziale. Andando a scoprire le sue origini romane, si troveranno tracce di Lazialità antiche che si riflettono nel suo stile di vita. Subito dietro Burcin Ayse Sonmez che si porta a casa la 73^ posizione con una bella prestazione, fatta di concentrazione, forza e grinta da vendere. Le sue prestazioni sono sempre ottime su tutti i campi gara, le sue eclettiche capacità atletiche la fanno sempre ben figurare.

È stato un bel vedere che ha accompagnato ad inizio gara la bravissima e giovane atleta laziale Giulia Cappelli, alla sua prima stagione con la Lazio Atletica e alla sua prima esperienza ad un Campionato Italiano di cross. Giulia chiude 83^ assoluta in classifica, mettendo sul campo gara una bella prestazione di forza e buona corsa, che gli permette di arrivare 21^ nella classifica individuale Promesse e di essere la 10^ delle giovani atlete del 2003. Giulia ha iniziato un percorso nuovo con la Lazio Atletica che la farà crescere e migliorare sulle buone basi che ha costruito negli anni passati.

Onore ad Emanuela Cancellieri che si piazza in 161^ posizione, un piazzamento che la premia per aver saputo mettersi in gioco in una manifestazione così importante che avrebbe messo timore in tutti noi. Nonostante le difficoltà fisiche è riuscita a portare a termine la gara facendo una bella prestazione di cuore, carattere e buona corsa. La diretta televisiva su Rai Sport che l’ha vista correre al fianco della Campionessa italiana 2023 Nadia Battocletti è il giusto premio alla sua prestazione.

Si confermano con una Grande prova i nostri atleti uomini che si prendono la 52^ posizione assoluta nella classifica a squadre su 72 squadre italiane. I nostri ragazzi sono testimonial di una Lazialità autentica che viene espressa con cuore, forza e qualità su tutti i campi gara in cui si vanno a cimentare; dalle corse campestri alla pista, dalla pista alla strada, dalle distanze di mezzofondo veloce alle Maratone. Tutte le distanze sono le nostre, tutte le gare sono le nostre, tutte le gare vengono affrontate e portate a termine ottenendo sempre il miglior risultato possibile.

Il primo dei nostri atleti, in 155^ posizione, si conferma Matteo Cuozzo, che nonostante il cross non sia la sua specialità preferita, è autore di una prestazione autorevole. Il Professore è sempre lì a dare il massimo per la sua Lazio ottenendo sempre ottimi risultati che sono il frutto del suo amore per la Lazio, della sua dedizione unita al lavoro che da anni porta avanti il nostro settore Tecnico.

In 161^ posizione in scia a Matteo c’è Alessio Tanfoni, che nonostante non in piena salute decide comunque di schierarsi al via. Alessio è un atleta con obbiettivi chiari e importanti, è in forte ascesa in ambito regionale, sta scalando posizioni su posizioni grazie alla sua forza mentale e alle sue qualità atletiche che gli permettono di mettere a frutto gli allenamenti giornalieri. La sua prestazione è stato un crescendo, ha preso il campo alla grande con l’aiuto del “Vichingo biondo” Marco Borneti, 178^ posizione, che si è dimostrato, anche ieri a Gubbio, un gran bel compagno di squadra e un grande atleta con forza e potenza quando si tratta di dare il massimo per la Lazio, ci tiene tantissimo a far volare alta la nostra Aquila. Marco è alla sua terza partecipazione consecutiva alla Festa del Cross, la fiducia riposta in questo atleta è stata ampiamente ripagata dai suoi comportamenti e prestazioni.

La 194^ piazza vede arrivare al traguardo Stefano Oddi che, attraverso una partenza un po' troppo veloce ma di carattere, lo vede comunque artefice di una bella gara. Stefano è un ragazzo con tante idee e belle speranze che vengono riversate sulla corsa con buoni risultati e belle prestazioni.

Dulcis in fundo, in 215^ posizione, primo nel cuore di tutti noi, Emanuele Conti trascinatore e punto di riferimento della squadra e di tanti nostri atleti. Emanuele è un atleta vero, è un atleta importante che ha dimostrato sul campo gara di Gubbio e su tutte le strade del mondo il suo valore sportivo e la sua Lazialità, il suo amore per la Lazio e per la S.S. Lazio Atletica Leggera, Grazie da tutti noi.

Il Presidente Gianluca POLLINI e tutto il Direttivo esprime uno SPECIALE RINGRAZIAMENTO a tutto il Settore Tecnico, agli Allenatori e a tutti i collaboratori che rendono possibile ottenere questi risultati.

La S.S. Lazio Atletica Leggera ritorna dalla Festa del Cross di Gubbio con molte conferme, con nuove certezze e con la consapevolezza di una crescita importante che ci posiziona tra le squadre italiane che continuano ad essere presenti da diversi anni in questa importante rassegna di corsa campestre con discreti risultati individuali e di squadra che sono le basi per il nostro futuro sportivo.

Il risultato più importante, che ci fa essere orgogliosi, è quello di aver portato tre squadre di Atlete e Atleti Laziali che tengono alla maglia e alla Squadra per la quale corrono con il cuore e con l’anima.

Il loro legame profondo con la Società Sportiva Lazio, abbinato alle loro qualità atletiche, lì fa primeggiare a Roma, in ambito regionale e ben figurare nelle manifestazioni Nazionale di Atletica.

AVANTI LAZIO!!! AVANTI S.S. LAZIO ATLETICA LEGGERA"

Tutte le info su www.sslazioatletica.org e su Facebook.com/lazioatletica

Il Presidente Gianluca Pollini

 

 

 

EDITORIALE - Cronistoria di una Scudetto: Sono le 18:04 del 14 maggio 2000, la Lazio è campione d'Italia
Lite Mourinho - Serra, l'avvocato del direttore di gara: "Si è trattato di un equivoco..."

Sito di informazione ed approfondimento sulla S.S. Lazio.
Diretto da Franco Capodaglio

Powered by Slyvi