header logo

Nella pancia dell'Allianz Stadium, subito dopo la fine della partita tra Juventus e Lazio, conclusasi 3-1 per i bianconeri, la Lazio ha reso noto che nessun tesserato interverrà per commentare la gara per via delle decisioni arbitrali di Maresca, in particolare sul primo gol dei padroni di casa. Tante le polemiche della Lazio in occasione del gol dell'1-0 con la palla, scodellata da Mckennie, che sembra uscita. Dopo un consulto al Var Maresca ha però indicato il centro del campo convalidando la rete. La decisione del restare in silenzio stampa è stata presa dai vertici societari e non non sarebbe scaturita da quanto accaduto soltanto nella gara odierna, bensì anche da quanto accaduto nelle precedenti partite contro Lecce, Genoa e Napoli.

COSA STA ACCADENDO

Al termine della partita contro la Juve, dirigenti e staff tecnico si sono riuniti per rivedere gli episodi arbitrali. Nel mirino l'episodio che ha portato al primo gol bianconero: non solo il pallone di McKennie controllato oltre la linea, anche il contatto tra Bremer e Immobile. Dunque nessuna parola da tesserati e dirigenza ed il pensiero solo all'Atletico Madrid, prossima avversaria della Lazio, per la gara di Champions League.

LA SPIEGAZIONE DI DAZN

Arriva anche la spiegazione della giornalista Barbara Cirillo ai microfoni di DAZN: "La posizione del club è quella di non far parlare nessun tesserato, il motivo principale sono le valutazioni che sono state fatte dagli arbitri, non solo sul gol di McKennie. Altre situazioni che non sono piaciute a Sarri e alla Lazio, motivo per cui non ci sarà nessun commento dei tesserati e dunque silenzio stampa".

EDITORIALE - Cronistoria di una Scudetto: Sono le 18:04 del 14 maggio 2000, la Lazio è campione d'Italia
Juventus - Lazio, Allegri: "Abbiamo concesso poco, serviva essere compatti. Oggi atmosfera positiva..."

Sito di informazione ed approfondimento sulla S.S. Lazio.
Diretto da Franco Capodaglio

Powered by Slyvi