header logo

La legge del calcio vuole che quanto accade in campo deve rimanere nel rettangolo di gioco. Questo però non può di certo far chiudere gli occhi su alcuni comportamenti che stanno diventando sgradevoli ed inaccettabili perchè ripetuti nel tempo. Si tratta dello staff tecnico della Roma che non riesce a gestire le pressioni delle sconfitte. Due collaboratori di Mourinho sono stati squalificati in sequenza per aver tenuto dei comportamenti non consoni in campo. Le motivazioni del Giudice Sportivo sono abbastanza eloquenti e testimoniano di come ci sia un vero e proprio "modus operandi" targato Special One.

Una vera e propria stangata è stata comminata dal Giudice Sportivo nei confronti del secondo allenatore della Roma Salvatore Foti per quanto accaduto nella gara di Coppa Italia contro la Cremonese. Nel provvedimento viene precisato come "Al 33’ del secondo tempo Foti alzatosi dalla propria panchina, rivolgeva agli ufficiali di gara, urlando, ripetute espressioni offensive; per aver inoltre, come rilevato dai rappresentanti della Procura federale, rivolto al 29’ del primo tempo, dopo la segnatura della rete della Cremonese, frasi minacciose verso un dirigente della squadra avversaria; per aver inoltre proferito, al 34’ del secondo tempo, dopo aver ricevuto la notifica del provvedimento di espulsione, ripetute espressioni blasfeme allontanandosi dal recinto di gioco; per aver infine - al termine della gara, posizionatosi davanti allo spogliatoio del Direttore di gara - rivolto al medesimo ulteriori espressioni offensive con tono minaccioso”.

Il provvedimento segue quanto accaduto in Napoli - Roma che è costata la squalifica ad un altro dei componenti dello Staff di Mourinho. Si tratta di Nuno Santos anche lui squalificato per una giornata "per avere, al termine del primo tempo, assunto un atteggiamento aggressivo nei confronti degli occupanti della panchina avversaria". C'è da ricordare come Nuno Santos sia stato protagonista della rissa con l'allenatore del Bodo Glimt in Conference League nella gara d'andata dei quarti di finale anche in quel caso persa dalla squadra giallorossa.

EDITORIALE - Cronistoria di una Scudetto: Sono le 18:04 del 14 maggio 2000, la Lazio è campione d'Italia
PRIMAVERA - Monopoli - Lazio 0-1: Impresa dei biancocelesti in 10' uomini

Sito di informazione ed approfondimento sulla S.S. Lazio.
Diretto da Franco Capodaglio

Powered by Slyvi