header logo

Danilo Cataldi è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio. Di seguito le sue dichiarazioni sulla vittoria dei biancocelesti contro il Bayern Monaco.

"Notte spettacolare, bellissima. C'è rammarico perché potevamo fare altri gol ma non è stato così. È una serata da ricordare, sono contento di essere riuscito a giocare la mia prima partita in Champions dall'inizio. Ora ce la giochiamo a Monaco. Mi dispiace per Vecino, non me l'aspettavo. Ero uscito per fare il torello e poi mi hanno detto di scaldarmi. Ho cercato di preparare la testa più che le gambe, non è stato facile ma è andata bene. In campionato è diverso, ci penseremo già da domenica con una partita molto difficile. Qualsiasi altra squadra soffre contro il Bayern Monaco, oggi però noi lo abbiamo fatto da squadra. Con questa mentalità si possono fare grandi partite, non so se basta per passare il turno ma la Lazio c'è e si merita questi palcoscenici".


"Sono cambiate tante cose dal 2021. Il mister ci dà una mentalità di dare sempre il massimo. In tre anni ci sono stati dei momenti di alti e bassi, è normale, avevamo bisogno di liberare la testa. Abbiamo giocato così, tranquilli, loro sono forti si, ma la partita è sempre undici contro undici. Noi ce la siamo giocata ed è andata così, poi vediamo a Monaco".

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Lazio - Bayern Monaco, Sarri a Mediaset: "Grande soddisfazione ma da domani ci dimentichiamo tutto"