header logo

Due pareggi, due sconfitte ed una sola vittoria in campionato nelle ultime cinque gare. La Lazio resta ancorata all'undicesima posizione e esce sconfitta anche nel big match contro l'Inter. Mister Sarri è intervenuto in conferenza stampa per parlare della prestazione dei suoi.

APPROCCIO E FISCHI

“Noi abbiamo fatto una buona partita per 65 minuti. Nel secondo tempo la supremazia è stata più totale. Abbiamo avuto la palla del pareggio, fino a che non abbiamo subito gol abbiamo fatto una circolazione di palla più veloce del solito. e' una prestazione che è una bella base di ripartenza, non dobbiamo farci condizionare per gli ultimi 15 minuti. I gol due errori. I fischi penso che si riferiscano alle occasioni precedenti”.

CASTELLANOS IMMOBILE

“Non mi sembrano due attaccanti adatti per giocare uno accanto all'altro, non penso. Se c'è da fare gli ultimi minuti di partita è possibile”.

AMBIZIONI

“Tornare ad essere la Lazio dell'anno scorso, siamo in una situazione di classifica difficile. Se abbiamo la forza di fare prestazioni così i risultati potrebbero arrivare. A livello societario penso che la scelta sia andare a caccia di una competizione europea o di un altro ciclo con giocatori più giovani”.

CICLI E PASSI INDIETRO

“Si va nelle ipotesi, se mi fa una squadra giovane a me piace anche. A me potrebbe piacere anche di più.L'esperienza ha una valenza fino a un certo punto. Ci possono essere ventenni forti da tirar su che alla lunga possono fare importanti prestazioni”.

RITIRO

“C'è un confronto giornaliero con il direttore, il lavoro a livello societario il direttore lo sta tirando avanti seriamente. L'ho visto dispiaciuto del risultato ma la squadra gli era piaciuta. Il presidente deve intervenire tre volte l'anno, ma il direttore la sta menando”.

RESPONSABILITA'

“Percentualizzare le responsabilità in un momento così è impossibile. Se le cose non vanno è di tutti la responsabilità. E' difficile quantificare quanto. Mi assumo le responsabilità dell'area tecnica. Per esperienza posso dire che lo stesso gruppo preso in stagioni e momenti diversi non è lo stesso”.

GILA

"Mario l'ho visto abbastanza bene, è un giocatore che ha velocità e gran livello di aggressività. Può migliorare in qualche lettura, si lascia trasportare dall'istinto. Pensare che avevamo tutti i difensori centrali, 

LUIS ALBERTO

“Scelta tecnica. Comportamenti? Lui è stato pieno di acciacchi, piano lo stava traportando in partita. Kamada non ha fatto neanche male, è quello che perde meno palloni. Gli manca l'incisività che nell'Eintracht aveva".

MARUSIC

“Che gli devo dire? che ha sbagliato. Sono errori talmente palesi, non c'è da infierire. Penso che qualcuno gli ha impallato Lautaro sennò è folle. Ci ha condizionato pesantemente".

 

 

 

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Lazio - Inter, Inzaghi: "Partite che fanno felici gli allenatori. Una gara diversa per me, 22 anni non si dimenticano..."