header logo

Le pagelle di Bologna - Lazio:

Provedel: sv Un tiro subito ed un gol. Poi il Bologna non fa fa più vivo.

Lazzari: 5,5 Gioca una gara in proiezione offensiva senza però riuscire a pungere rimanendo coinvolto nell'unico errore difensivo.

Patric: 5,5 Controlla bene la sua zona di competenza dove il Bologna arriva poco e lo fa in maniera timida. Troppo leggero in occasione del gol subito in cui lui e Romagnoli rimangono troppo schiacciati.

Romagnoli: 5,5 Controlla bene Zirkzee che si vede solo come perno difensivo. Male in occasione del gol quando le distanze tra i reparti sono troppo larghe, ma è l'unica distrazione che diventa letale.

Marusic: 6 Orsolini si vede poco e niente perchè lui lo francobolla con grande efficacia tanto da costringerlo a fungere più da terzino che da ala.

Pellegrini (dal 47'): 5 Ci chiedevamo dove fosse finito e perchè non giocasse. Oggi abbiamo capito il perchè visto che sbaglia tutto e fa diventare Orsolini un pericolo pubblico quando il primo tempo era diventato un terzino aggiunto.

Rovella: 5 Bella da vedersi, ma totalmente inefficacie con il pallone tra i piedi. Effettua passaggi solo in orizzontale e all'indietro e la manovra ne risente.

Guendouzi: 6 Lavora un'infinità di pallone giocando sempre pulito, ma in maniera troppo scolastica

Kamada (dal 80'): sv Pochi minuti in cui c'è solo confusione e poco calcio.

Luis Alberto: 5 Altra giornata no come a Rotterdam in cui non azzecca quasi nulla e diventa prevedibile con il pallone tra i piedi.

Felipe Anderson: 5 Prova a creare con Lazzari una catena offensiva pericolosa, ma ogni volta che si creano i presupposti per fare male sbaglia la misura della rifinitura. 

Isaksen (dal 80'): sv Pochi minuti in cui dimostra di essere ancora acerbo dal punto di vista della mentalità

Castellanos: 5 E' vivo in mezzo al campo quando si tratta di dare un appoggio ai compagni. Lotta con caparbietà e si crea gli spazi giusti per battere a rete, ma quando lo fa difetta sempre di precisione.

Immobile (dal 56'): 5 Pochi palloni giocabili, ma anche tanto nervosismo per l'ennesima panchina che gli brucia. Quando potrebbe trovare spazio dimostra ancore di essere indietro a livello fisico.

Pedro: 5,5 Viene schierato titolare dopo dei buoni spezzoni di gara, ma si vede poco in partita e quando lo fa non riesce a pungere caracollando troppo su se stesso. 

Zaccagni (dal 56'): 5 Entra nel momento del bisogno e subisce tanti falli che lo fanno innervosire. Crea i presupposti per velocizzare la manovra ma è timido nel momento dell'affondo.

Sarri: 5,5 La squadra subisce una sola azione pericolosa e perde una gara più per inerzia che per demerito. Manca però una fase di reazione furiosa con gli animi che si scaldano solo verso l'arbitro e non per provare a riprendere la gara.

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Bologna - Lazio, Sarri: "Immobile ha bisogno di continuità in allenamento. Romagnoli? Sta bene..."