header logo

Mister Tudor è intervenuto in conferenza stampa per parlare della prestazione dei suoi nella stracittadina persa per 1-0. Queste le sue parole ai cronisti presenti.

ATTACCO STERILE

“Le sensazioni sono sempre brutte quando si perde. L'analisi è più profonda del problema in avanti. Facciamo fatica e c'è da crescere. faremo il meglio possibile, poi vedremo in estate. Terza gara in sette giorni un po' sentita. la Roma ben organizzata e allenata, con la fisicità ci ha dato un po' di problemini. E' stata per me una partita abbastanza equilibrata”.

FORMAZIONE

“Dopo la gara è sempre facile commentare, Isaksen è uscito perchè si sentiva troppo questa gara. Romagnoli e Immobile per i problemi fisici”.

SCELTE

“Primo tempo abbiamo sofferto, sulle seconde palle abbiamo sofferto. Nel secondo tempo in avanti dovevamo essere più pericolosi ed interpretare i ruoli meglio”.

GIOCATORI CON LA TESTA DA UN'ALTRA PARTE

Non sono d'accordo.



MIGLIORARE

“De Rossi è qua da due o tre mesi, tanti allenamenti. Poco tempo, sette giorni e tre partite pazzesche. Quando si fa l'analisi bisogna valutare tutto. Bisogna migliorare in fretta anche già per venerdì.  Quando incontri due squadre così tutto diventa più difficile, non c'è Zaccagni, giocatori che hanno fatto due allenamenti con me”.

ENTUSIASMO

“Esiste solo l'allenamento, io sono a mille. Si vince, si perde, ma bisogna lavorare. L'entusiasmo è sempre al 100 tutti i giorni. Che c'entra la vittoria o la non vittoria, la mentalità è fondamentale. Si cresce dal punto di vista fisico. Tu vai forte e non ti sei allenato, ed è la terza in sette giorni. Se Ciro avesse fatto gol, nel derby può succedere di tutto”.

CARATTERE

“E' una caratteristica importante. Qua c'è anche cervello e cuore, la morbidezza può essere che non sei coraggioso, o dal punto di vista fisico. Sono due aspetti importanti. Quando si scelgono i giocatori devi pensare a tutto”.

5 luglio 1987, la Lazio del - 9 diventa leggenda: il ricordo della società - VIDEO
Roma - Lazio, le pagelle: Romagnoli che buco, Tudor sbaglia i cambi