header logo

Mister Sarri è intervenuto in conferenza stampa per parlare della prestazione dei suoi. Queste le sue parole ai cronisti presenti.

LA PARTITA

“Io sono soddisfatto, dal punto di vista caratteriale abbiamo fatto una prestazione di spessore. Paura di perderla non l'ho mai avuta. Le palle gol sono state le nostre. Se un derby non lo puoi vincere, non lo devi perdere. Partita troppo particolare, più ne gioco e peggio sto. Abbiamo ritrovato la capacità di stare corti, una bella solidità difensiva, con la pericolosità offensiva dello scorso anno l'avremmo vinta”.

GIOCATORE DETERMINANTE

“Bisogna modificare geneticamente qualche giocatore per cambiare le cose. Se non si salta l'uomo è difficile”.

TIFOSERIA E CAMPO

“La nostra tifoseria è stupenda, stasera mi sono sentito in dovere di andare a ringraziarla. Il rapporto tifoseria-forza societaria non è più come prima. Quando si alza il livello è dura anche per le prime in Italia. Purtroppo, perchè io sono un amante del calcio vecchia maniera. Stasera hanno giocato tra le più forti d'Italia, su un campo amatoriale. Non è possibile andare avanti così. Se un giorno andrò via dalla Lazio andrò via per questo. Visto che giochiamo molto palla a terra per noi è fondamentale. Stadio bello per farci i concerti, brutto per vedere una partita, impossibile per giocarci".

I CAMBI

“Stavamo preparando dei cambi e ne abbiamo fatti altri. Hanno chiesto il cambio Felipe Anderson, Vecino, Patric. Ciro dopo il 70' aveva speso tantissimo, era anche la sesta partita in 21 giorni. C'era troppa stanchezza per andare a pressare nell'area avversaria”.

INFORTUNATI

"Se la Lazio gioca con questo spirito risale la classifica, se pensa che gioca contro le meno blasonate rischia. Zaccagni non ha un infortunio grave, Vecino o è un problema neurologico o ai flessori. E' troppo presto".

PUNTI

“Recuperare i punti alle squadre che sono nelle prime 4-5 è difficile. Sarà una storia lunga. Quello di cui si deve preoccupare la squadra è recuperare questa intensità. Il livello di medio-bassa classifica è alto”.

KAMADA

“E' un giocatore che mi piace, che faccio difficoltà a far giocare con Luis Alberto. Ma quando si inserirà appieno sarà importante.E' un giocatore per cui abbiamo la speranza che diventi importante. Luis Alberto squalificato e Kamada sarà in Nazionale”.

 

 

 

5 luglio 1987, la Lazio del - 9 diventa leggenda: il ricordo della società - VIDEO
Lazio-Roma, Mourinho: "Ci è mancato il gol. Sarri con me è sempre molto simpatico..."