header logo

Ai microfoni dei canali ufficiali della Uefa all'interno UCL Magazine Show è stato intervista il portiere biancoceleste Ivan Provedel che ha raccontato il suo gol contro l'Atletico Madrid che ha regalato un punto prezioso e decisivo ai fini della qualificazione.

"Un ragazzo che sogna di fare il portiere a certi livelli non sognerà mai o comunque non ci pensa e non è un pensiero così ricorrente quello di fare gol. La partita era finita, c’erano i gesti dalla panchina che indicavano che la gara fosse finita, e sono salito. Ho visto il cross che è partito basso e ho detto ‘porca miseria devo tornare indietro’. Poi è tornata la palla a Cataldi, è stato molto lucido a passarla a Luis Alberto posizionato fuori area e li ho pensato al fatto che lui solitamente in quelle zone entra e cerca il secondo palo o per un assist o per un gol o per un tiro cross e io mi sono buttato. C’è stata tanta confusione, ho iniziato a correre abbiamo iniziato tutti esultare. La cosa più bella è stata vederli felici per quello che eravamo riusciti a fare. Era la prima del girone, segna un po’ la via di quella che sarà la rotta verso la qualificazione o meno. Era più quello che mi premeva dentro”.

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Champions League, Bayern Monaco - Lazio: polverizzati in due ore i biglietti del settore ospiti - LA SITUAZIONE