header logo

Ai microfoni di Marca il difensore dell'Atletico Madrid Azpilicueta ha presentato la sfida di Champions League contro il Feyenoord. Una gara a cui anche i tifosi della Lazio guardano con particolare interesse perchè potrebbe aprire degli scenari positivi per la qualificazione dei biancocelesti al turno successivo. 

La gara contro il Feyenoord

"La partita contro il Feyenoord è come una finale, come se fosse un turno di qualificazione in cui abbiamo la possibilità di vincere e qualificarci. Loro sono un avversario difficile. Lo hanno dimostrato qui a Madrid, quando ci hanno reso le cose molto difficili, ma noi dobbiamo andare lì con le nostre idee. Sappiamo che vincendo siamo al turno successivo e quando hai un'occasione come questa non devi lasciartela scappare. Bisogna fare punti, qualificarsi e penso che sia un obiettivo importante per tutti".

simeone allenatore atletico madrid

Obiettivi

"La Champions League non si vince né a settembre né a dicembre. Si guadagna a maggio o giugno. Anche se hai una fase a gironi spettacolare, se poi raggiungi gli ottavi e non passi, nessuno si ricorderà della fase a gironi che hai disputato. L'importante è esserci, andare avanti e arrivare alla fine, che alla fine è ciò che conta. Noi in difficoltà? Succede che ti trovi di fronte ai migliori rivali d'Europa. Quindi, ovviamente, il ritmo è diverso. Incontri squadre che giocano in modo diverso. Penso tutto stia andando molto bene. D'altronde se queste squadre sono lì è perché magari hanno vinto il campionato l'anno prima o perché hanno giocatori di talento e giocano bene come squadra. Alla fine bisogna valutare anche i rivali che hai davanti. In altre parole, non la vedo come un'ossessione che ci pesa, ma piuttosto che ci sono avversari duri e che il ritmo del campionato è diverso".

L'analisi della situazione di Augusto Sciscione

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Lazio, infortunio Zaccagni: l'esterno si ferma di nuovo - I TEMPI DI RECUPERO