header logo

In conferenza stampa per commentare la prestazione della Juve è intervenuto mister Allegri. Queste le parole del tecnico bianconero.

 "La Lazio ha fatto una prima mezz’ora molto buona, in pressione. La squadra ha sbagliato molto tecnicamente stasera, ma sul piano dell’impegno non si può dire niente. Martedì abbiamo la coppa con la stessa Lazio, abbiamo tutte le possibilità di arrivare in fondo al campionato e di raggiungere la Champions”.

MOMENTI

“CI sono momenti della stagione dove dobbiamo solo pensare a lavorare e trovare la soluzione al problema, i ragazzi anche stasera hanno fatto una partita giusta e non ho da rimproveragli niente. Gli ho detto di stare sereni, martedì giocheremo l’andata della semifinale e il destino è nelle nostre mani. In questi momenti più che mais serve serenità. Io sono molto dispiaciuto che i ragazzi hanno messo in campo tutto quello che dovevano, non hanno da rimproverarsi niente”.

PRESSIONE


“In questi momenti qui c’è più pressione, sono tutti test queste partite. La prossima volta faremo meglio, ai ragazzi non ho niente da rimproverare. Se è un problema di testa? In questi momenti di difficoltà va trovata la soluzione ed è quella di lavorare, restare calmi e concentrarsi su quello che dobbiamo fare. Il calcio ti dà sempre la possibilità di invertire il momento. In campionato abbiamo 5 punti di vantaggio sulla quinta e sappiamo che dobbiamo lottare per entrare in uno di quei posti”.

LAZIO

“La Lazio ha cambiato modo di giocare, ha fatto una buona partita. Abbiamo avuto qualche occasione nel primo tempo e anche nel secondo, oggi abbiamo perso troppi palloni facili che non dovevamo perdere”.

DATI

“Nel 2024 siamo la prima squadra per le conclusioni, insieme al Napoli, dobbiamo migliorare e essere più aggressivi. In 20 secondi abbiamo perso due palloni, capita ma bisogna ripartire velocemente senza portarsi dietro quello che è successo”.

GRUPPO

“A chi ci aggrappiamo? Al gruppo, a quello che ha fatto finora. I ragazzi che sono entrati hanno fatto bene, in questo momento c’è solo da fare. Martedì scenderemo in campo di nuovo con la Lazio, i tifosi ci dovranno stare vicini in questo momento di difficoltà. In campionato abbiamo il destino nelle nostre mani, sono molto fiducioso. In questo momento piangersi addosso non serve, bisogna solo lavorare e fare”.

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Lazio - Juventus, su Zaccagni è rigore netto: le immagini dell'episodio - VIDEO