header logo

In vista della gara di questo pomeriggio contro il Verona il tecnico della Lazio Maurizio Sarri è alle prese con una vera e propria emergenza per quanto riguarda il pacchetto difensivo. 

La situazione

Con Romagnoli ancora fuori per via della lesione al polpaccio, il tecnico toscano può sorridere per il recupero di Casale che nei giorni scorsi è tornato in gruppo. Patric però uscito anzitempo dalla sfida contro il Genoa non è stato convocato. Se Casale non dovesse dare certezze dal punto di vista della tenuta e Patric non dovesse farcela il tecnico toscano potrebbe varare la coppia centrale che ha terminato la gara contro il Genoa composta da Marusic e Gila. 

Gila in azione nella gara contro il Celtic

Recuperato un big

Ha recuperato però Luis Alberto che ieri è tornato in gruppo e che Sarri vuole lanciare dal primo minuto vista l'importanza della gara. Al Mago, infatti, sarebbe affidato il compito di guidare la squadra verso i 3 punti che sono necessari per il rilancio in classifica della squadra. In attacco Zaccagni pienamente recuperato si gioca la maglia da titolare con Pedro, mentre Isaksen è fermo ai box dopo il problema muscolare avuto nella gara contro il Genoa. Reintegrato in rosa Vecino che ha avuto un chiarimento con lo staff tecnico dopo essere stato messo fuori rosa.

Le probabili formazioni

Verona (4-2-3-1): Montipò; Tchatchoua, Amione, Coppola, Terracciano; Folorunsho, Duda; Ngonge, Suslov, Lazovic; Djuric. All.: Baroni

Lazio (4-3-3): Provedel; Lazzari, Casale, Gila, Marusic; Rovella, Guendouzi, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni. All.: Sarri

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Verona - Lazio, quando ci sarà la conferenza stampa di Baroni - IL COMUNICATO