header logo

Gli errori di Ayroldi a Verona che hanno condizionato il risultato finale della gara sono solo gli ultimi di una lunga serie che in questa stagione sta caratterizzando le gare della squadra di Sarri. L'arbitro pugliese, infatti, ha sulla coscienza l'annullamento del gol di Casale in una situazione che va oltre il protocollo Var, ma ha concesso anche a Duda di giocare 15' minuti in più visto che già ammonito aveva trattenuto Rovello dopo essere stato saltato. 

Il dossier arbitrale

La società biancoceleste non ha protestato in maniera vibrante e si è limitata a far parlare il tecnico Sarri che in conferenza stampa ha stigmatizzato la direzione di gara di Ayroldi con un serafico “Era meglio il babbo”. Lotito però ha tra le sue mani un forbito dossier arbitrale che da inizio anno vede presenti gli errori nelle gare contro il Genoa un rigore di Bani su Zaccagni, contro il Napoli un gol annullato a Guendouzi, allo Juventus Stadium il raddoppio di Vlahovic propiziata dall’assist di McKennie oltre la linea del fallo laterale, a Salerno la mancata espulsione di Gyomber, il contatto di di Bove su Guendouzi nel derby e con il Cagliari la trattenuta da penalty su Castellanos. Un totale di almeno 6 punti persi che potevano rilanciare le ambizioni dei biancocelesti che in questo momento sarebbero solitari al quarto posto in classifica.

Proteste non pubbliche

Lotito però ha scelto di non enfatizzare la protesta perchè non vuole concedere alibi alla squadra che in questo momento stenta a ritrovarsi. L'intenzione del numero uno biancoceleste è quella di farsi sentire nelle sedi opportune visto che questi errori continuano a ripetersi in maniera seriale.

L'analisi del giorno dopo di Augusto Sciscione

 


 

 

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Roma, Mourinho cita Cicerone: "Il silenzio..." - FOTO