header logo

il presidente Lotito, a margine della presentazione ufficiale delle maglie con lo sponsor “Visit Lazio”, che accompagneranno i biancocelesti a Riyad, ha parlato anche dello stadio Flaminio. Queste le sue dichiarazioni:

Flaminio? Ho chiesto al sindaco la disponibilità politica di affrontare questo tema. Circa vent’anni fa ho presentato un progetto per uno stadio che aveva un approdo col battello, la stazione ferroviaria dentro lo stadio e lo svincolo autostradale. Ne avrebbe parlato tutto il mondo. Al tempo non è stato ritenuto idoneo. Oggi capisco che ci sono tutta una serie di problematiche. Abbiamo istituito un ufficio preposto alla Lega calcio. Se ne occupano loro. Il Flaminio così non è idoneo, perché la Lazio fa oltre 45mila spettatori di media. Il Flaminio deve essere in grado di essere ristrutturato per avere almeno 50 mila spettatori. Stanno facendo delle valutazioni. Sulla posizione politica, se decidono che si deve fare, troverà delle soluzioni per farlo, tenendo da conto chiaramente la controparte tecnica. Stanno studiando la fattibilità, vediamo cosa procede. Ci sono già stati incontri con gli organi preposti. Mi pare di capire che non ci sono grandissimi veti o problematiche. L’alternativa è che rimanga abbandonato. Bisogna  valutare dei parcheggi e tutta una serie di situazioni di contorno. Dobbiamo creare le condizioni per una situazione vivibile per fruibilità e ricavi. È una realtà. Nel momento in cui non ci sono le condizioni tecniche, allora poi è un altro discorso".

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Lazio-Regione, le parole in conferenza di Lotito, Rocca e Pellegrini - VIDEO