header logo

CALCIOMERCATO LAZIO - Prima e dopo la batosta di Bergamo ai microfoni delle TV nazionali il Direttore Sportivo biancoceleste Fabiani ed il tecnico Sarri hanno espresso la loro opinione sulla sessione invernale appena conclusa.

Fabiani

“Abbiamo usato il metodo della coerenza, la coerenza ci diceva a inizio stagione di non smantellare la squadra. È andato via solo Milinkovic, abbiamo preso 4-5 giocatori per rinforzare la rosa anche dal punto di vista numerico. Avevamo già detto che avremmo fatto delle valutazioni ma per un discorso futuro, questo non si è verificato, era inutile prendere tanto per prendere. Il mercato non deve diventare una moda, semmai una necessità. Gennaio è mercato di riparazione, noi dovevamo riparare ben poco”.

Sarri

"Preoccupato non sono, le idee di Lotito non le conosco a fondo, non posso entrare nella testa del presidente. Le sensazioni negative che dici tu non le ho avute negli incontri con ds e presidenti. Poi che in estate io abbia chiesto dei giocatori e ne siano arrivati altri è la normalità, nel mondo ci sono 2 o 3 allenatori che possono pretendere. Ci sono tanti aspetti da valutare a livello di compatibilità economica. Io di questo mercato me ne sono disinteressato quindi non ne esco deluso".

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Lazio, striscioni pesanti a Formello: "Lotito reietto, Sarri il tuo schiavetto" - FOTO