header logo

Torna a parlare Daichi Kamda al termine della gara tra il suo Giappone e la Birmania dove è andato anche a segno al 27' minuto del primo tempo. Il centrocampista della Lazio ha parlato sia della situazione legata al suo ruolo nella nazionale nipponica che quello nella Lazio. 

La gara contro la Birmania

“Sapevamo prima della partita che sarebbe stato così. È stata una gara difficile, diversa da una normale partita contro un paese forte. Ognuno di noi ha fatto quello che doveva fare e abbiamo continuato a lavorare duramente anche dopo i gol e questo è stato positivo per la squadra. Sono contento di aver vinto. Era un avversario molto chiuso, quindi volevo fare un tiro dalla media distanza. Volevo colpire, ma pensavo di non farcela e se non segno mi sento insoddisfatto. Sono contento di aver segnato un gol, indipendentemente dall'avversario”.

kamada esulta dopo il gol contro la Birmania

Il suo ruolo nella Lazio

“Ho bisogno di riprendere il mio ruolo nella mia squadra e di giocare di più. Il club in cui gioco non è assolutamente un piccolo club e penso che se mantenessi i miei numeri la situazione cambierebbe anche in Nazionale. Devo tornare a essere me stesso, perché a volte va bene e a volte va male".

5 luglio 1987, la Lazio del - 9 diventa leggenda: il ricordo della società - VIDEO
Vieri si sfoga e risponde ad Adani: "I miei amici mi hanno lasciato solo..."