header logo

La Lazio vince grazie al rigore realizzato da Zaccagni nel secondo tempo, passa in semifinale eliminando la Roma. Inizia bene l'anno di Sarri che è intervenuto in conferenza stampa, queste le sue parole.

“Io ho visto che il rigore è netto, c'è un colpo netto senza andare vicino al pallone. Orsato al Var ci è rimasto poco. La realtà è che escluso tre o quattro minuti, noi qualcosa di più. In venti minuti dopo il gol peccato non avergli fatto il 2-0. La vittoria è netta, non mi fanno nessun effetto le parole dsi Mourinho”.

SODDISFAZIONI

“E' la prestazione che ti lascia soddisfazione. A me della qualificazione oggi non fregava niente. Il derby è l'unica partita che devi giocare per la tua gente, per il tuo popolo. Ci dà soddisfazione, con un'atmosfera bellissima e passare la sera del compleanno perdendo era dura. Acciaccati da Udine, ieri abbiamo perso Provedel, però in questo momento la mia soddisfazione è che c'è energia nello spogliaroio e tutti rispondono positivamente”.

MANDAS

“Come festeggio? anche da solo ma me lo gusto. Mandas ci ha dato grandi indicazioni in allenamento, è di nostra proprietà e c'era occasione di vederlo all'opera. E' andato molto bene”.

MIRACOLI

"In questo momento mi sembra di esserci ritrovati, ma siamo di fronte ad una squadra che ha anche momenti diversi da questi. se non cadiamo in momenti più bui, si può fare. Ci sono squadre più attrezzate di noi, abbiamo fatto un percorso più lungo di quello che ci aspettavamo. I nuovi arrivati ci hanno tenuto a galla, questa potrebbe essere l'occasione per recuperare anche gli altri.

DERBY

“Spero sia il salto di qualità. In questo momento è una speranza, secondo me siamo andati bene anche ad Udine. E' in divenire. Maestrelli ed Eriksson? mi sembra troppo, è gente che ha vinto lo scudetto. Ora il mio pensiero è la partita di domenica, il derby è sfibrante. Un particolare ringraziamento alla Lega per averci messo a mezzogiorno. Una partita per noi difficilissima ed importantissima”.

LECCE

“La partita con il Lecce è importantissima, una verifica impressionante. Recuperare le energie nervose non è semplice. Spesso non ce l'abbiamo fatta”.

DIFESA

“E' cambiato sicuramente, vedi e ti rendi conto che non è una partita normale. Quando persi mi vergognai anche di entrare a Formello. Speriamo siano serviti definitivamente”.

 

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Lazio - Roma, parla Lotito: "Rigore è quando arbitro fischia, vittoria meritata. Cosa è cambiato? ..."