header logo

E' arrivata questo pomeriggio la notizia dell'iscrizione al registro degli indagati dalla Procura di Roma del Presidente della FIGC Gabriele Gravina. Per questa ragione i  sui legali Avv. Leo Mercurio e Avv. Fabio Viglione hanno diffuso una nota. 

In ragione delle intollerabili strumentalizzazioni e delle ricostruzioni distorsive della verità dei fatti che lo hanno chiamato in causa negli ultimi giorni, pur non risultando indagato, questa mattina Gabriele Gravina ha chiesto di essere ascoltato per chiarire la sua posizione e le circostanze di cui è stato vittima.

I legali poi hanno precisato dopo l'esito dell'avvenuta audizione.

L’audizione si è svolta questo pomeriggio presso gli uffici della Procura della Repubblica di Roma. Tale decisione è stata maturata al fine di tutelare la sua immagine e in virtù della piena fiducia che ripone nei magistrati che stanno seguendo il caso. In questa vicenda, il nostro assistito è una persona offesa, per questo auspica si faccia luce quanto prima su quella che si sta profilando come una vera e propria attività di dossieraggio, rispetto alla quale si augura anche l’individuazione dei mandanti.

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Lazio, Immobile suona la carica dopo l'eliminazione in Champions League: "L'importante è avere voglia di rialzarsi e..."