header logo

La Lazio vince il derby e conquista la semifinale di Coppa Italia. Il tecnico dei giallorossi Josè Mourinho è intervenuto in conferenza stampa. Queste le sue parole.

“ Siamo entrati bene, primo tempo abbiamo avuto controllo emozionale e del gioco. Tranquilli, bene in campo senza problemi tattici, una Lazio che lo ha sentito. Un intervallo duro per noi, perdere Paulo è tanto per noi, ho sentito subito che nello spogliatoio era perdere un po' l'anima. La gewnte si guardava, è stato pesante. Non dico che per questo abbiamo preso gol, lo abbiamo visto però che perdiamo stabilità e connessione. Paulo per noi significa tanto. Non voglio dire che non è rigore, ma il calcio moderno è peggio del calcio di vent'anni fa. L'arbitro che è a tre metri dice no e Irrati decide lui un derby, un quarto finale di Coppa. Oggi è difficile essere difensori perché i rigori oggi decidono le partite. E' un bambino fantastico (Hujisen ndr) dal punto di vista calcistico, ma con 55 minuti di serie A gioca con gente furba. Mancata la reazione senza Paulo, abbiamo un problema siamo bravi a mettere i quinti ma i quinti non creano niente. e' successo anche contro l'Atalanta. Non esce niente, un cross al primo palo, o al terzo palo, è frustrante. Abbiamo fatto dei cambi, abbiamo creato una grande situazione per Belotti e Lukaku e con Orsato anche se da 20 minuti di tempo extra, sappiamo come finisce il risultato.Fischia di qua, fischia di là. E' di una grandissima intelligenza, sa come proteggere se stesso ma non lascia giocare”.

DYBALA

“Se lui sta in panchina ed entra nel secondo tempo, qual è la storia del primo tempo. E' una situazione difficile da gestire. Giochi un derby lasciando Dybala in panchina, è molto difficile. Ho fatto mille domande prima di capire, sapevo che era in una situazione difficile ma un giocatore così ha voglia di giocare di queste partite. Pensava di esserci per 70-75 minuti”.

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Lazio - Roma, parla Lotito: "Rigore è quando arbitro fischia, vittoria meritata. Cosa è cambiato? ..."