header logo

Ai microfoni di Tuttomercatoweb ha parlato l'ex centrocampista della Lazio ora in forza ai rumeni dell'Hermannstadt Alessandro Murgia. Tra i tanti ricordi non potevano mancare quelli legati alla squadra biancoceleste.

“Ricordare un po’ tutto il percorso è sempre bello ed emozionante per me. Sono entrato nella famiglia Lazio che ero un bambino, da quando avevo dieci anni. Ogni anno era un passetto in più verso il sogno da bambino. Sono un tifoso biancoceleste, ancora oggi mi sento legato. Lì ho respirato l’aria dei grandi, già mentre finivo la Primavera: è stato davvero bello. Poi le presenze in Serie A, i gol, soprattutto quello in Supercoppa che rimarrà per sempre perché è valso un trofeo. Ancora oggi la gente della Lazio quando mi vede mi ringrazia ancora. Poi mi fermo, riguardo tutto questo e dico che sono io a dover ringraziare. Certe emozioni non le cancellerò mai”.

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Lazio, Zaccagni si confessa: "Sono buono e dolce, ma troppo istintivo. Mi fa arrabbiare però la ...."