header logo

Al termine del match, per analizzare la prestazione dei biancocelesti, ai microfoni di Sky Sport è intervenuto Sarri: “Partita come avevamo previsto anche ieri di alta intensità. Loro non sono una squadra anglosassone, hanno rapidità e tecnica in velocità. Abbiamo fatto un gran primo tempo, all’inizio del secondo c'era anche la possibilità di andare in vantaggio. Poi un periodo di sofferenza, ma siamo stati più caratteriali e siamo stati premiati"

"Risposte? Io anche prima della partita gli ho detto non ascoltate nessuno perché siamo vicini, ci manca poco per essere competitivi. È poco perché si tratta di vencere o perdere, e si può colmare. Spero che la partita di questa sera dia una botta di coraggio e inneschi un periodo positivo"

"Europa che dà più euforia?  È un rischio che ci può stare, ne abbiamo parlato a lungo. Tra quelli dello scorso anno ce ne sono che stanno rendendo di meno, ci piò essere appannamento. Questa competizione è talmente bella che magari gli scatena qualcosa a livello mentale"

"Centrocampo? Per caratteristiche ci può stare, ma bisogna entrare nell’ordine di idee che giocare ogni tre giorni noi abbiamo anche altre soluzioni.

"Nuovi acquisti? Giocando con questi ritmi è chiaro che tanti arrivano al 70’ in difficoltà. C’erano due tre che avevano giocato tantissimo nelle ultime partite e volevo preservarli per la prossima partita”

EDITORIALE - Cronistoria di una Scudetto: Sono le 18:04 del 14 maggio 2000, la Lazio è campione d'Italia
Celtic - Lazio, i Rangers festeggiano la vittoria biancoceleste...con Gazza - FOTO

Sito di informazione ed approfondimento sulla S.S. Lazio.
Diretto da Franco Capodaglio

Powered by Slyvi