header logo

Al termine della gara tra Lazio e Genoa è intervenuto il tecnico dei grifoni Gilardino che ha risposto alle domande dei cronisti presenti.

Rigore e prestazione

"L'arbitro non ci ha dato nessuna spiegazione, credo sia visibile a tutti, non voglio parlarne. Sono soddisfatto dei ragazzi, era una prova per loro per capire tante cose e situazioni. Abbiamo messo minuti a Retegui, mentre alcuni arrivavano da un percorso e hanno dato risposte importanti. Non mi sono piaciuti i primi 10 minuti del primo tempo: troppe imperfezioni e poca lucidità. Poi siamo venuti fuori e siamo riusciti a prendere il pallino del gioco. Pur non creando tanto, Retegui ha avuto due palle gol importanti. Ora ci prepariamo per domenica".

Immobile

"Ciro ha fatto un percorso incredibile, sono felice per lui che sia arrivato a livelli così importanti. Si merita tutto quello che ha avuto a livello calcistico. È un simbolo per la Lazio e per questo mondo, mi auguro che possa giocare per tanti anni. Spalletti è molto più bravo di me nel decidere. Ciro ha qualità importanti, l'ha dimostrato nella Lazio e nella Nazionale. Bisogna vedere il percorso che farà da qua a giugno. Io ho Retegui che ha tutto, ha tanti margini di miglioramento. Può essere importante per la Nazionale".

Assenti

"Dragusin crescita notevole, dal punto di vista caratteriale e fisico. Stiamo cercando di migliorare e di far crescere tanti altri ragazzi. Gudmundsson mi auguro che giovedì possa rientrare con la squadra. Messias e Badelj li abbiamo lasciati a casa in vista di domenica".

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Lazio - Genoa, Sarri al Lazio Style Channel: "Guendouzi può diventare come Allan e sugli infortunati..."