header logo

Ai microfoni di cronache di spogliatoio ha parlato il giornalista Riccardo Trevisani che ha analizzato gli errori arbitrali di Di Bello e Ayrioldi avvenuti nell'ultima giornata di Serie A.

Sto cercando di trovare le parole giuste per evitare di prendere una querela. Secondo me in una stagione come questa, dove ci sono stati diversi errori arbitrali, quello di San Siro è la pietra tombale sulla categoria, sul weekend aperto da Di Bello e chiuso da Ayroldi. E' questa la cosa principale che possiamo dire: il weekend si è aperto con una serie di orrori, di una arbitro che ha completamente perso di mano la situazione, e parlo di Di Bello, e si è concluso con un rigore che è una delle cose peggiori viste su un campo di calcio. Rigore che non c'entra niente come molti rigori dati al VAR, però quanto meno lo step-on-foot ha una penalizzazione, qui stiamo punendo uno che è entrato in scivolata, tocca pure il pallone e va poi alla fine a scontrarsi col giocatore avversario. Mi sembra l'assenza di buon gusto di poi andarlo a rivedere. L'avete visto dalla faccia di come andava al VAR: zompettava, sbuffava, era proprio scoglionatissimo, e si è messo a controllare e a guardare in tutti i modi per cercare di trovare un modo per dare quel rigore. Tutto quello che un arbitro non deve fare è stato fatto in quell'occasione da Ayroldi.

La conferenza stampa di Sarri

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Lazio, il futuro di Sarri è ancora incerto: decisivo il finale di stagione e le intenzioni della società