header logo

Intervenuto ai microfoni di Controcalcio il giornalista Filippo Roma ha chiarito la situazione legata al servizio andato in onda sulle Iene riguardanti le confessioni di un arbitro di Serie A ancora in attività sulla presunta lotta all'interno dell'AIA. 

Al giornalista di nota fede giallorossa è stato poi chiesto dal nostro Augusto Sciscione del perchè dopo che nel 2020 era stato confezionato un servizio in cui Luis Ruzzi ex agente di Mauro Zarate aveva richiesto al Presidente della Lazio Claudio Lotito il pagamento di alcune mensilità che sarebbero dovute essere corrisposte non nelle forme convenzionali, non era stato fatto un altro servizio dopo che la giustizia sportiva aveva archiviato la posizione del numero uno biancoceleste e della Lazio non rilevando alcuna irregolarità.

Claudio Lotito, Le Iene: "Soldi in nero a Zàrate"/ "Danni alla Lazio e a me"

Filippo Roma ha così precisato nella trasmissione come: 

“Quella è la fine sportiva, mentre va avanti la magistratura ordinaria. Rispetto a quella storia noi abbiamo raccontato una vicenda documentata non in base ad un sentito dire con carte alla mano con tutti i flussi finanziari ben delineati. Abbiamo offerto a Lotito più e più volte la possibilità di replicare, ma lui si è sempre sottratto. Il nostro lo abbiamo fatto poi è vero che la giustizia sportiva ha archiviato il procedimento, ma c'è ancora la giustizia ordinaria che deve fare ancora il suo percorso…” 

Video 

 

Atalanta - Lazio, dove vedere la partita in Tv ed in streaming
Lazio, Zaccagni e Chiara Nasti al settimo cielo al gender reveal del prossimo figlio - VIDEO