header logo

PRIMAVERA LAZIO - Cade a Bologna la squadra di Sanderra che fallisce l'opportunità di andare in vetta in solitaria. In caso di vittoria, infatti, la Lazio sarebbe andata sola in testa scavalcando in un colpo solo Sassuolo, Milan ed Inter. Il risultato, invece, fa cadere i biancocelesti al quarto posto a quota 25 punti a meno 2 dal primo posto occupato dall'Inter.

La gara

Primo tempo di sostanziale equilibrio in cui la Lazio aveva una grande opportunità con il solito Bordon sul finire di tempo sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Nella ripresa passava però in vantaggio il Bologna con il gol di Ebone al 50' minuto. La reazione dei biancocelesti stentava ad arrivare ed all'83' minuto arrivava il raddoppio dei padroni di casa con il neo entrato Ravaglioli. All'86' minuto arrivava la reazione della Lazio con Sardo che dimezzava lo svantaggio con un colpo di testa batteva il portiere di casa Pessina. Inutili i tentativi finali dei biancocelesti con la gara che terminava sul 2-1 per i padroni di casa. 

sana fernandes

Il tabellino

BOLOGNA 2-1 LAZIO 

Reti: 50' Ebone (B), 85' Ravaglioli (B), 86' Sardo (L)

BOLOGNA (4-2-3-1): Pessina; Cesari (85' Ravaglioli), Amey, De Luca, Baroncioni; Rosetti, Diop (81' Carretti); Tonin (69' Hodzic), Byar, Menegazzo; Ebone (85' Mangiameli).

A disp.: Gasperini, Hodzic, Busato, Idaro, Zilio, Mukelenge.

All.: Luca Vigiani

LAZIO (4-3-3) - Magro; Bedini (57' Zazza), Ruggeri (90'+3' Cuzzarella), Dutu, Milani; Sardo, Bordon, Yordanov (57' Napolitano); Sana Fernandes, D'Agostini (75' Sulejmani), Diego Gonzalez.

A disp.: Martinellu, Renzetti, Petta, Tredicine, Bigotti.

All.: Sanderra

Verona - Lazio la conferenza stampa di Sarri

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Verona - Lazio, Focolari: "Secondo tempo imbarazzante ed i cambi di Sarri..."