header logo
Felipe Caicedo esulta dopo il gol
28-09-2017 Roma
Incontro di Europa League SS Lazio Vs Zulte Waregen allo stadio Gelredome di Arnhem in Olanda.
@ Marco Rosi / Fotonotizia
Felipe Caicedo esulta dopo il gol 28-09-2017 Roma Incontro di Europa League SS Lazio Vs Zulte Waregen allo stadio Gelredome di Arnhem in Olanda. @ Marco Rosi / Fotonotizia

Torna a parlare dalle pagine del Corriere della Sera, l'ex attaccante della Lazio, Felipe Caicedo. L'ecuadoregno ha dato la sua opinione sulla stagione della squadra biancoceleste e sul futuro della squadra in cui molti calciatori che hanno composto lo zoccolo duro degli anni passati non faranno parte più del progetto della prossima stagione. 

Stagione negativa

"In questa stagione tutti hanno commesso errori. Non è possibile vedere la Lazio così in basso in classifica e lontana dalla zona Champions. Ma aspettiamo a dare giudizi. La Lazio è in corsa per l'Europa League e deve ancora giocare il ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Juventus. Il bilancio va fatto alla fine".

La sorprende la decisione di Felipe Anderson?

"Penso abbia deciso di tornare in Brasile per la famiglia. Lui è un ragazzo d'oro, di cuore. Quindi avrà inciso. Ma sono convinto che darà il massimo fino alla fine. Certo che sostituirlo sarà un problema".

Anche Luis Alberto ha chiesto la cessione e altri giocatori sembrano pronti ad andarsene: come se lo spiega?

"Ai miei tempi la Lazio era considerata un punto di arrivo, nessuno voleva andare via. Nel calcio però i cicli finiscono e le cose cambiano in fretta. Si tratta comunque di giocatori che hanno dato tanto sia alla Lazio che ai tifosi".

Possibile che a Roma i calciatori non abbiano la percezione di poter crescere?

"Negli ultimi anni la squadra ha fatto bene, arrivando seconda in campionato e agli ottavi in Champions. Per alzare il livello ci vorrebbero idee giuste e una disponibilità economica importante".

Di Castellanos che idea si è fatto?

"Mi sembra un buon giocatore. Ha tecnica, si muove tanto ed è forte nei contrasti. Il primo anno è difficile per tutti. Si vedrà se diventerà un bomber da 15-20 gol".

Pensa sia il caso di separarsi da Immobile?

"Ciro va trattato col massimo rispetto. Sta vivendo un momento difficile, ma le critiche sono state eccessive. Io ci punterei sempre. Sarà lui a capire quando sarà giusto lasciare la Lazio".

In estate però è prevista una rivoluzione...

"Ho dei dubbi. Parliamo di calciatori importanti che andrebbero rimpiazzati con gente di pari livello. Non è facile, bisogna investire tanto e bene".

Lei avrebbe dei giovani attaccanti da segnalare?

"Kendry Paez mi piace molto, ma ormai è del Chelsea. Vedere Allen Obando alla Lazio sarebbe interessante. Attaccante ecuadoriano del 2006. Per me ha un grande futuro"

EDITORIALE - Cronistoria di una Scudetto: Sono le 18:04 del 14 maggio 2000, la Lazio è campione d'Italia
Lite Lotito - Galliani, arriva la smentita di Gasparri: "Ricostruzione fantasiosa, ognuno tifa le proprie squadre con la passione dovuta..."

Sito di informazione ed approfondimento sulla S.S. Lazio.
Diretto da Franco Capodaglio

Powered by Slyvi