header logo

Infermeria piena a Formello dove si sono fermati dopo la partita contro l'Atalanta sia Zaccagni che Provedel che si sono uniti a Immobile che per via di un risentimento aveva saltato la sfida contro gli orobici. 

Situazione Immobile

La situazione che viene monitorata con più attenzione è quella legata al capitano biancoceleste ha svolto diversi gli esami strumentali il cui esito ha fatto tirare un sospiro di sollievo a Sarri. Una piccola lesione al flessore per Immobile che però verrà monitorata nei prossimi giorni prima di avere il via libera negli allenamenti. Il bomber vuole recuperare a tutti i costi e farsi trovare pronto per la ripresa del campionato dove la Lazio sarà impegnata contro Sassuolo e Feyenoord e Fiorentina. L'idea è quella di lanciare Castellanos titolare contro il Sassuolo per avere il capitano al meglio nella decisiva gara di Champions League contro il Feyenoord.

Situazione Zaccagni

L'esterno d'attacco ha invece ha dovuto rinunciare alla nazionale per la gara contro Malta per via di una contusione alla caviglia che lo ha costretto ad uscire dalla sfida contro l'Atalanta ad inizio del secondo tempo. Zaccagni era stato poi riconvocato a Coverciano in vista della sfida contro l'Inghilterra, ma anche in questo caso i medici della nazionale hanno constatato l'impossibilità di utilizzare il calciatore martedì a Wembley. Lo staff medico biancoceleste ha già preso in cura l'attaccante anche se la situazione non sembra essere preoccupante. Per Sassuolo però vale lo stesso discorso fato per Immobile con Pedro che comincia a scaldare i motori per una maglia da titolare.

immobile e zaccagni che esultano

Situazione Provedel

 Il portiere biancoceleste ha invece rimediato una contusione all'anca e per questo motivo anche lui non ha risposto alla convocazione di Luciano Spalletti in nazionale. Il vasto ematoma non si è ancora riassorbito, ma per lui non sembrano esserci problemi e sarà al centro della porta alla ripresa contro gli emiliani. 

EDITORIALE - Cronistoria di una Scudetto: Sono le 18:04 del 14 maggio 2000, la Lazio è campione d'Italia
Lazio, Edy Reja spegne 78 candeline: gli auguri della società

Sito di informazione ed approfondimento sulla S.S. Lazio.
Diretto da Franco Capodaglio

Powered by Slyvi