header logo

Ai microfoni di Radiosei ha parlato l'ex attaccante biancoceleste Bruno Giordano che ha presentato la sfida tra Sassuolo e Lazio.

Berardi

“Berardi si è specializzato anche con il piede destro. Al cross ci arriva sempre. Questi giocatori vanno limitati, perché se sono in giornata fermarli del tutto è praticamente impossibile. Oltre all’uno contro uno, sarà fondamentale fare raddoppi puntuali con Luis Alberto e Zaccagni. Berardi è un giocatore pericolosissimo, certo non lo scopriamo oggi. Pensare che non faccia nulla in 90 minuti è impensabile”.

Attenzione difensiva

“Difensivamente Sarri preferisce concedere qualcosa sugli esterni per difendere meglio centralmente. Attenzione ai tagli di Pinamonti quando Berardi riceve, è una costante. Lauriente ti mette molto in difficoltà con la sua velocità, la è ancora poco concreto. Ha buoni colpi, ma manca di continuità. Il vero punto debole del Sassuolo è la difesa e la Lazio deve fare la partita per vincerla, attaccandola”.

Sarri e kamada in allenamento

Fase offensiva

“Quando vengono attaccati non rientrano tutti e 11 dietro la linea della palla. Berardi spesso rimane alto per dare subito una soluzione per il contropiede. Non troverai una fase difensiva massiccia e per la Lazio, può essere un vantaggio per far girare il pallone”. 

Turnover

“Sarri fa bene a dare continuità alla squadra. Mi sembra una scelta logica dopo la pausa, spero che in questi giorni i giocatori un po’ indietro di condizione abbiano fatto un passo in avanti”.

EDITORIALE - Cronistoria di una Scudetto: Sono le 18:04 del 14 maggio 2000, la Lazio è campione d'Italia
Sassuolo - Lazio, il Mapei Stadium si tinge di biancoceleste - IL DATO FINALE

Sito di informazione ed approfondimento sulla S.S. Lazio.
Diretto da Franco Capodaglio

Powered by Slyvi