header logo

RITIRO LAZIO - Sono tre i giardinieri incaricati dal Comune di Auronzo di Cadore che si prendono cura del terreno di gioco dello Zandegiacomo. Un lavoro certosino che ha avuto inizio già diversi mesi fa in quanto lo scorso anno erano stati fatti dei trattamenti che avevano portato il manto erboso in condizioni critiche come aveva sottolineato Sarri all'inizio del ritiro dello scorso anno. Oggi la situazione è nettamente migliorata in quanto l'equipe che ha lavorato sul manto erboso ha scelto di riseminare tutto il terreno di gioco tanto da non avere zone di campo con una diversa consistenza. Oltre a questo poi è stato deciso di tagliare durante questo ritiro l'erba non con il trattore, ma con dei mezzi molto più piccoli onde evitare qualsiasi problema. I tre incaricati quindi come veri e propri angeli custodi si prendono cura del manto erboso dello Zandegiacomo costantemente tra una seduta e l'altra di allenamento per evitare qualsiasi problema a Sarri ed ai giocatori.

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
CALCIOMERCATO LAZIO - Dall'Arabia sono sicuri: "Immobile ha raggiunto un accordo con un club della Saudi League"