header logo

Ai microfoni di Lazio Style Radio ha parlato Toma Basic dopo il primo giorno di ritiro che ha spiegato il suo stato d'animo all'inizio di questa nuova stagione.

PRIMO GIORNO DI RITIRO

"Abbiamo fatto un lavoro in palestra questa mattina, ci dobbiamo abituare perché sarà sempre così, ma dobbiamo essere in buone condizioni. Davanti a noi c’è una grande stagione, dobbiamo prepararci bene, siamo contenti di stare insieme, dobbiamo solo lavorare. Tifosi? Non dobbiamo pensare a quel che è successo, siamo contenti e sì siamo in Champions, però adesso sarà importante lavorare ogni giorno". 

IL NUOVO NUMERO DI MAGLIA

"Sarri? Come sempre famelico. Numero 88? Ho visto che non posso avere l’88 però ho chiesto a Radu e mi ha detto che posso prenderlo, mi ha augurato buona fortuna con quel numero. Quel numero ce l’avevo anche a Bordeaux, so che è pesante, anche Radu mi ha detto così. Stefan ci mancherà, già si sente la sua mancanza, ma ha dato tutto per la Lazio, siamo contenti che anche lui può riposare un po’".

PRIMO GOL IN CAMPIONATO E NUOVA STAGIONE

"Gol? Ero contento perché era a fine stagione ed era importante, ma ora mi sento molto bene, non vedo l’ora di iniziare. In cosa mi sento meglio? Voglio dare di più, non ho dato quel che posso dare, ma cerco di fare tutto al meglio, non voglio dire solo ‘certe cose’, ma tutto, se lo posso fare sarà bello. Terzo anno a Roma? Mi è piaciuto tutto, è simile come al mio paese, mi sono abituato facilmente. Champions? L’ho sognata tanto, anche di cantare la canzone, per tutti i giocatori è un sogno giocare in Champions, non vedo l’ora. Sono felice di stare qua. Margini di miglioramento? Dobbiamo migliorare sulla difesa, c’è tempo per migliroare, anche in fase offensiva. Sarà il terzo anno con il mister, si può fare solo del meglio".

5 luglio 1987, la Lazio del - 9 diventa leggenda: il ricordo della società - VIDEO
Lazio, Klose: "Sarebbe fantastico allenare la Lazio. Milinkovic in Arabia? Rispetto ma non condivido..."