header logo

Intervenuto al Palermo Football Conference Mario Giuffredi, agente di Mattia Zaccagni, ha parlato delle trattative di rinnovo dell'attaccante biancoceleste che ha il contratto in scadenza al 30 giugno 2025. 

Il presidente Lotito conosce la volontà del giocatore e la mia. Le decisioni verranno prese a breve insieme a Lotito e Fabiani, ai quali mi lega un bellissimo rapporto, perché a giugno c'è il mercato e lui è in scadenza. Non ci sono schermaglie o lotte contro la Lazio, insieme proveremo a capire qual è la scelta migliore per la Lazio.

Il procuratore ha poi parlato delle dimissioni di Maurizio Sarri da tecnico biancoceleste. 

A lui mi lega tantissimo la mia vita professionale. La mia carriera inizia avere dei miglioramenti con il suo passaggio all'Empoli perché da lì Valdifiori e Hysaj sono andati al Napoli, poi lui è andato in Campania e ha rivoluto Mario Rui. Io e i giocatori a lui dobbiamo tanto, lo ringraziamo. Per capire il motivo delle dimissioni bisogna essere dentro, da fuori non è sempre facile intuire le problematiche. Magari le colpe non erano tutte sue, potevano essere divise tra giocatori, club e un po' lui. Lui forse si è fatto prevalere dal suo stato d'animo che conoscendolo va compreso e accettato. Non scalfisce il suo valore: ha fatto benissimo a Empoli, a Napoli, ha vinto con Chelsea e Juventus, poi è arrivato a risultati importanti con la Lazio. Il suo cammino è importante, non può essere scalfito da una stagione come questa.

L'arrivo a Fiumicino di Igor Tudor 

 

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Lazio, infortunio Provedel: il risultato degli esami strumentali