header logo

Il Napoli perde dopo 14 vittorie consecutive al Maradona contro la Lazio dell'ex Sarri. Ai microfoni di Dazn è intervenuto mister Spalletti per analizzare la sconfitta. Queste le sue parole.
"Abbiamo palleggiato in maniera più sporca, abbiamo infossato le uscite laterali dove ci lasciavano la possibilità di linee di gioco ma dopo averlo fatto 3 o 4 volte c'era la possibilità. siamo stati poco pazienti"


SECONDO TEMPO: "Abbiamo tentato di fare le stesse cose con più qualità. Abbiamo chiamato i centrocapisti incontro al centrale. Sulla qualità potevamo fare qualcosa di più. C'era la possibilità di fare delle giocate di prima per andare sulla punta esterna, però quello che è mancato è stata la qualità nel palleggio"


LAZIO: "Me l'aspettavo cosi, la Lazio ha il suo modo di giocare. E' un blocco di squadra sempre, quando siamo andati oltre la metà campo c'era la possibilità di andare oltre la linea difensiva. ho visto molta applicazione dei giocatori e voglia, sono queste le cose fondamentali. Non ho visto presunzioni. La Lazio è stata fortunata sulla traversa, noi ingenui sul gol di Vecino".


VECINO: "Vecino grande giocatore, grande professionista. Non sono stato tradito, questo è uno sport dove il rapporto precedente non deve intaccare la voglia di portare a casa punti"


TIFOSI: "Per l'atteggiamento ed il dispiacere è una partita che è andata storta, un po' sfortunata. Nessuno ha alzato le mani dal volante. dovevamo avere più qualità dentro il campo senza andare sempre fuori a giocare. Nel secondo tempo ci siamo riusciti".

Amarcord, 1 Aprile 2000 Juventus-Lazio: il gol di Simeone riapre la corsa scudetto
Napoli - Lazio, Sarri: "E' ora di andare a letto perché martedì c'è la Coppa e noi ci teniamo"