header logo

Il tecnico del Bayern Monaco, Thomas Tuchel, è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida di domani contro la Lazio. Queste le parole del mister che ha risposto alle domande dei cronisti presenti.

“Non mi piace perdere. Non mi piace non avere influenza. Ogni partita è una lezione. Nelle ultime settimane è stato difficile guardare il lato positivo di questo lavoro. È importante rimanere positivi e assorbire le lezioni. Crescerò da esso giorno dopo giorno. È solo calcio. È la mia grande passione, il mio grande amore. Sono coinvolto al 100% fino all'ultima partita con il Bayern. Naturalmente è una grande sfida. Crescerò da questo.

KANE

 “Non ci sono dubbi su quello che fa e su come si comporta. Penso che abbia un impatto su ogni squadra e ogni giocatore. È molto concentrato e ha molta fiducia in se stesso. È un piacere averlo in squadra ed essere il suo allenatore. Si esibirà domani. Possiamo contare su di lui al 100%”. 

GOL

Certo che è auspicabile non subire gol. Per molto tempo non abbiamo avuto la possibilità di giocare con la stessa difesa a quattro da un giorno all'altro. Naturalmente, subire tre gol a Leverkusen e Bochum è troppo per le nostre aspettative. Siamo in difficoltà nel complesso, non è solo una questione di difesa centrale, è una questione e un approccio di squadra. Conosciamo Ciro Immobile, penso che all'andata lo abbiamo controllato molto bene per lunghi tratti. I nostri errori individuali erano allora il problema principale. Non mi stupirei se domani la Lazio giocasse in contropiede. Abbiamo bisogno di una buona protezione e di un buon possesso palla”.
 

DAVIES

“C'è, ma oltre i 90 minuti potrebbe essere stretto. Naturalmente non vi dirò esattamente come abbiamo impostato la difesa”.
 

GNABRY

“Si vede che è stato fermo per molti mesi. C'è spazio libero in panchina. Gli manca ancora il ritmo. Devo parlargli di nuovo. Potrebbe essere che lo prendiamo in squadra. Ma si vede che ci vuole ancora un po’ di tempo”.

 

STADIO

Ieri si è svolto un allenamento molto ridotto con nove giocatori. Ieri non era il giorno adatto per evocare l'atmosfera. Ciò accadrà oggi. Ogni giocatore ne è consapevole. Parlare di titoli non ti dà titoli. Abbiamo bisogno di un buon allenamento oggi e di una bella partita domani. Abbiamo sicuramente bisogno di uno stadio emotivo. A noi spetta il compito di trasferire le emozioni sugli spalti”.
 

LAZIO

“Non siamo rimasti sorpresi dai punti di forza e dall’approccio della Lazio. Adatteremo il nostro comportamento, giocheremo in avanti in modo più aggressivo, occuperemo l'area di rigore in modo più aggressivo. Dovremo giocare con più convinzione. Purtroppo alla Lazio nel secondo tempo abbiamo commesso troppi errori individuali. L’obiettivo sarà adattare il nostro comportamento all’andata e mostrare coraggio e passione nei 90 minuti di gioco per mettere sotto pressione la Lazio”.
 

SANE'

È da molto tempo che non gioca senza dolori. Può allenarsi completamente. Ha un livello di dolore che è tollerabile per lui. Per questo diamo per scontato che sarà in rosa e potrà giocare”.
 

PAZIENZA

Sì e no. Pazienza, sì, per non frustrarsi se le cose durano più a lungo, se non tutto funziona subito, per non aprirsi completamente subito. Contro il Friburgo abbiamo voluto troppo e abbiamo perso la struttura. Ne abbiamo sicuramente bisogno. Pazienza no, non solo generando il possesso palla. Non abbiamo tempo da perdere, non vediamo l'ora di sferrare il primo attacco. Abbiamo bisogno del mix di giocare con la mente fredda ma anche emotivamente allo stesso tempo. Dobbiamo chiarire fin dall'inizio che vogliamo giocare per obiettivi. Non vogliamo aspettare il 75esimo minuto”.
 


VITTORIA

 “Non da parte mia. So cosa abbiamo concordato. Puoi star certo che non c’è nessuno che voglia vincere la partita di domani tanto quanto me. Sì. Per questo abbiamo giocato un buon secondo tempo. Mi riferivo ai primi 30 minuti. Abbiamo perso un po’ la testa. Il desiderio è stato chiaramente evidente durante tutta la partita. I cambiamenti strutturali che abbiamo apportato all’intervallo sono stati implementati bene. Non eravamo soddisfatti della mezz'ora. Questa è stata un’analisi senza giudizio”.
 

PRESSIONE

 “Penso che la situazione sia molto chiara e che una certa pressione sia parte di una prestazione al top. Non penso che dovremmo aspettarci che tutto sia super facile domani. La pressione ci sarà domani. Serve una vittoria con due gol di scarto contro una squadra italiana, una squadra di Sarri. Non so se la leggerezza venga da sola. Spero che venga dalla mescolanza, anche dai tifosi che ci spingono dal primo minuto”.

VIDEO

 

EDITORIALE - Cronistoria di una Scudetto: Sono le 18:04 del 14 maggio 2000, la Lazio è campione d'Italia
Bayern Monaco - Lazio, Tuchel: "Sarà difficile rimontare due gol". Poi sull'addio a fine stagione: "Il club ha deciso"

Sito di informazione ed approfondimento sulla S.S. Lazio.
Diretto da Franco Capodaglio

Powered by Slyvi