header logo

In vista della semifinale di Supercoppa Italiana tra Inter e Lazio è intervenuto in conferenza stampa anche il capitano biancoceleste Ciro Immobile che ha risposto alle domande dei cronisti presenti. 

TROFEO CHE MANCA

“Sentiamo il peso dell'importanza della partita, un trofeo con due finali. Abbiamo poco tempo per preparare le partite. Siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto e ce la vogliamo godere al massimo".

CONDIZIONI

“Mi manca di ritmo partita, è stato importante giocare con il Lecce per riprendere le cose del campo. La squadra non si è allenata molto per via degli impegni ravvicinati".

INTER

“Noi facciamo riferimento alle partite che giochiamo. Quella partita con l'Inter è stata un banco di prova, abbiamo fatto 40 minuti di calcio importante che non siamo riusciti a finalizzare”.

DERBY

“Il derby l'ho vissuto male, per noi era importante dare continuità ai risultati. Ma una volta finito ho detto ai compagni di pensare al campionato subito”. 

VINCERE AIUTA A VINCERE

“Non abbiamo mai avuto problemi dentro, dopo Empoli ho voluto difendere quello che si era detto. Il nostro spogliatoio è sempre stato unito. La squadra ha sempre lavorato al massimo. A volte ci è venuto male, poi ci siamo ripresi”.

OFFERTE DALL'ARABIA

“E' un campionato in crescita anche rispetto al 2019. Le infrastrutture stanno cambiando. Ora tutti stanno puntando gli occhi sull'Arabia.In passato ho avuto avvicinamenti, poi non si è fatto nulla. Ho sempre cercato di essere limpido e onesto, ho deciso di rimanere alla Lazio”.

MILINKOVIC SAVIC

“Sergej state scoprendo voi ora com'è, ma noi ce lo siamo goduti. E' un grande campione, ha fatto un pezzo di storia della Lazio. Quando è andato via ci è dispiaciuto e gli abbiamo augurato le migliori fortune”.

 

 

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Supercoppa Italiana - Inter-Lazio, Inzaghi: "La Lazio mi ha fatto diventare uomo. Non sarà mai una partita come le altre..." - VIDEO