header logo

mister Sarri è intervenuto ai microfoni di Sky per parlare del match ed analizzare la sconfitta.

Abbiamo messo del nostro sicuramente, nella prima parte l’abbiamo fatto bene e poi abbiamo cambiato atteggiamento e abbiamo smesso di palleggiare nella metà campo avversaria. Abbiamo rischiato qualcosa di troppo, gli abbiamo permesso di venire a ridosso della nostra area di rigore, sembrava potessimo metterla tranquillamente apposto, forse troppo tranquillamente. Delle volte siamo usciti bene dalle prime due trasmissioni e poi siamo tornati sul portiere, delle volte finisci per rischiare su qualcosa. Noi abbiamo esagerato per concetto, abbiamo fatto 3 passaggi e poi siamo tornati sul portiere, per me è un rischio troppo elevato, uscire da dietro è dura su questo terreno ma per me si può fare. Se il tema vice Immobile è una scelta condivisa? Io come tutti gli allenatori, se fosse per me ne compravo 50 di giocatori, non ci sono state probabilmente le condizioni e abbiamo tirato su alternative con Felipe che ha accettato di fare questo, avere un giocatore al posto di Immobile deve essere di grande valore, sennò è inutile. Sensazioni? Bisogna avere forza di fare 90 minuti come abbiamo fatto i primi 25 di oggi”.

Lazio Style Channel il mister ha aggiunto: "Dispiace perché il primo tratto di partita abbiamo dato l'impressione di essere superiori agli avversari e poter vincere la partita in maniera netta. Abbiamo smesso di palleggiare nella loro metà campo e siamo tornati nella nostra area di rigore con troppa continuità mettendoci a rischio, non mi è piaciuto questo atteggiamento. Il risultato penso sia casuale perché abbiamo creato tantissime palle gol e concesso solo le situazioni dei due gol. L'inizio del secondo tempo abbiamo sfruttato bene Luis Alberto che andava a ricevere palla fra le linee e puntava quella avversaria. Lo potevamo fare di più, ma i difensori centrali devono uscire dalla nostra area di rigore. Casale? Il dottore mi ha detto che ha avuto un piccolo risentimento al polpaccio, ma niente di preoccupante. Abbiamo preferito non rischiare. Ne parlavo oggi con i ragazzi perché è un periodo che segnamo meno rispetto alle nostre medie abituali: sotto porta bisogna essere più lucidi e cattivi. La sequenza di occasioni sbagliate stasera è troppo lunga. Facciamo passare stasera e da domani studieremo il Bologna. Ho pensato a inserire Pellegrini, ma loro sono stati bravi a uscire dalla prima pressione che noi abbiamo fatto".

EDITORIALE - Cronistoria di una Scudetto: Sono le 18:04 del 14 maggio 2000, la Lazio è campione d'Italia
MIXED ZONE | Lazio - Az Alkmaar, le parole di Felipe Anderson: "Qualificazione difficile. L'assenza di Immobile..." - VIDEO

Sito di informazione ed approfondimento sulla S.S. Lazio.
Diretto da Franco Capodaglio

Powered by Slyvi