header logo

Durante l'evento “Vola Lazio Vola” svoltosi all'Auditorium Parco della Musica è intervenuto il Presidente della Lazio Lotito che tra i tanti argomenti ha parlato anche della situazione legata allo Stadio Flaminio che ad oggi non si è ancora sbloccata. Tante le perplessità del numero uno biancoceleste che le ha spiegate davanti al folto pubblico. 

Capienza

“Fa comodo a tante persone parlare del Flaminio, soprattutto ad alcuni rappresentanti d’istituzioni perché avete visto tutti quanti il Flaminio in che condizioni sta. Risolvere il problema sarebbe cosa buona e giusta. Questo problema l’ho sollevato quando c’era la Raggi, in occasione di una festa del calcio femminile. Anzi, ricordo a tutti che la Lazio femminile è prima in classifica da sola. Non ci dedichiamo solo alla prima squadra ma a tutto il comparto. Stavo dicendo, evocare la storia del nostro club anche con fatti concreti infrastrutturali è sempre una cosa importante, è chiaro che però deve essere anche funzionale alle nostre esigenze. Oggi nelle partite, e speriamo di prosegua così, abbiamo una presenza importante. Avere 26 mila spettatori, che è la capienza del Flaminio, mi sembra riduttivo. Minimo 45 mila? No, 50 mila". 

Il Presidente della Lazio Lotito seduto in Tribuna d'onore allo Stadio Olimpico

Problema parcheggi

“Poi c’è il problema dei parcheggi, altri problemi su cui ci sono lavori in corso. Ho delegato un rappresentante istituzionale per occuparsi di questa situazione che si è mosso, ha iniziato a fare una serie di consultazioni. Stiamo valutando per capire quello che effettivamente si può fare”. 

Prospettive future

"Prendere il Flaminio è semplice, lo sa pure l’assessore Onorato, il problema è poi capire cosa farci e come trasformarlo secondo le norme etc. Abbiamo in testa un meccanismo che cercherà di salvaguardare quelli che sono gli interessi primari dello Stato, della famiglia Nervi, senza andare a intaccare, per quel che si potrà, l’architettura. Però poi alla fine bisogna lavorarci. Va bene evocare la storia, però poi quando piove torniamo a utilizzare l’ombrello”.

EDITORIALE - Cronistoria di una Scudetto: Sono le 18:04 del 14 maggio 2000, la Lazio è campione d'Italia
Lazio, Lotito sul caro prezzo biglietti: "Abbiamo salvaguardato gli abbonati. Gli abbiamo dato una possibilità, ma ..."

Sito di informazione ed approfondimento sulla S.S. Lazio.
Diretto da Franco Capodaglio

Powered by Slyvi