header logo

Ai microfoni di RadioSei è intervenuto l'ex attaccante della Lazio Bruno Giordano che ha parlato della situazione della squadra di Sarri dopo la vittoria contro l'Empoli.

Cinta il risultato

“Non bisogna fare troppo gli esteti e gli intenditori. A volte conta solo il risultato, la Lazio ha vinto a Empoli senza rubare nulla. Stiamo andando spesso oltre l’aspetto tecnico, smettiamola di fare troppo gli intenditori e più i tifosi. L’allenatore può sbagliare, ma i responsabili del calo sono i giocatori e non dobbiamo dimenticarlo. A volte gli equilibri sono sottili, il momento è questo e le aspettative non devono inquinare la felicità per un risultato positivo come quello di Empoli. Da un momento negativo non ne esci schioccando le dita".

Il Frosinone

"Contro il Frosinone mi aspetto qualche fiammata in più rispetto al Castellani. E in quelle fiammate dobbiamo costruire la vittoria. Loro sanno giocare bene negli spazi, sono tecnici e giovani. Sono carichi, lo sentono come un derby. Non ci aspettiamo di dominare in lungo e in largo, ma quando ci sarà l’occasione di fare male la Lazio deve affondare”. 

Castellanos e Vecino si abbracciano dopo il gol contro l'Atalanta

Problemi in attacco

“Pochi gol della Lazio? Non penso che Sarri dica ai suoi di non segnare. La condizione dei giocatori fa tutta la differenza del mondo. Castellanos ha bisogno del gol, credo che il suo sia un problema più di testa che tecnico. Sta avvertendo il peso del ruolo. sa giocare a calcio e impegna le difese. Quando si sbloccherà, entrerà in fiducia. Guardate Jovic in questa stagione. Al Taty è mancata continuità dopo il primo gol e quando entra, si fa trovare sempre nel posto giusto. Deve essere meno altruista, anche a costo di passare per egoista. Vista l’assenza di Immobile penso che Felipe possa essere utile in quella posizione a gara in corso".

Calciomercato a gennaio 

"Luis Alberto e Kamada out? Sul mercato cercherei un giocatore da inserire anche nella prossima stagione, stile Pellegrini lo scorso gennaio. Un investimento. Vecino è un’alternativa, lo stesso Cataldi potrebbe fare la mezzala. Sono queste le soluzioni da poter adottare”.

Intervista a Mattia Zaccagni

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
CALCIOMERCATO LAZIO - L'infortunio di Luis Alberto mette nei guai Sarri: Lotito pronto a pescare in Premier League