header logo

Al termine della sfida è intervenuto il capitano Ciro Immobile ai microfoni di SkySport. Ecco le sue parole: "Se puoi sognarlo puoi farlo. Non ho pensato all'esclusione perché viviamo un momento di squadra molto difficile, mettere davanti le cose personali non aiuta. Differenze con il campionato? Credo che la spiegazione è che l'entusiasmo che ci dà la Champions ci mette in condizione di poterci esprimerci al meglio. È un errore che stiamo facendo inconsciamente. Dobbiamo portare questo modo di giocare e di divertirci anche in campionato. E non me lo riesco a spiegare, non deve succedere. Stiamo in difficoltà di risultati, ma ci dobbiamo ricordare dell'anno scorso. A Salerno abbiamo fatto una brutta partita, veniamo da due giorni veramente difficili a livello mentale per preparare questa partita".

GIRONE

"Sapevamo che era un girone equilibrato e duro. Sono tutte squadre abituate a giocare questa competizione, per noi era solo la seconda volta negli ultimi anni. Fino alla fine sarà dura. Siamo partiti bene perché i primi punti ci hanno dato un bel morale. Peccato per la partita a Rotterdam perché l'abbiamo approcciata veramente male".

CRITICHE

"Stavo mancando proprio dentro l'area, e sono le mie caratteristiche. I due gol di sta sera mi danno grande fiducia, sono gol che ho sempre saputo fare e mi stavano mancando ultimamente. Sono contento per la squadra e anche per me. Critiche? Io sono sempre stato abituato a rispondere in campo alle critiche giuste e costruttive. Quelle di quest'anno sono state un po' diverse, mi hanno infastidito e fatto male. Non stando bene fisicamente poi non potevo zittirle sul campo. Questo mi ha fatto male". 

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
CONFERENZA STAMPA - Lazio - Celtic, Rodgers: "Nel girone l'Atletico Madrid è la squadra con più qualità. Davanti ai nostri tifosi vorremmo..." - VIDEO