header logo

Stanno facendo discutere le dichiarazioni di Paolo Ciabattini, l'esperto di Sport Business, che ha analizzato la situazione finanziaria della Roma. La Roma ha fatto tante operazioni low cost, a parametro zero (anche se gli ingaggi poi costano). È l'unica messa male quasi quanto la Juventus a livello economico. Avrei anche da dire qualcosa a livello sportivo: tra un paio di giorni è il compleanno della proprietà americana, sono due anni che ci sono i Friedkin, e sono stati spesi già 817 milioni di euro tra delisting, rinnovo del bond, copertura delle perdite (199 milioni per comprare il club). È una cifra clamorosa. Se tu pensi che negli ultimi cinque anni la Roma non si è mai qualificata per la Champions, diciamo che una Conference League e una finale di Europa League non giustificano cifre di questo tipo. È messa male quanto la Juve, ha fatto 600 milioni di euro di perdite in tre anni: 219 milioni nel 2022 (record nella storia della società), nel 2023 mi aspetto qualche decina di milione in meno anche grazie ai 27 milioni di plusvalenze fatti con il Sassuolo per altre ragioni a fine giugno. Mi aspetto che faccia altre operazioni low cost. In una situazione economico-finanziaria grave non so per quanto tempo questi signori andranno avanti a mettere 200 milioni all'anno, a fronte di risultati che vedono i giallorossi sempre a ridosso del quinto/sesto posto. La cosa che mi colpisce di più è che la Lazio ha un costo della rosa di almeno 100 milioni in meno all'anno, ciò vuol dire minimo 3/4 giocatori importanti in meno, e arriva davanti in classifica (negli ultimi cinque anni due volte in Champions League)". 

VIDEO

https://twitter.com/mikalis72/status/1687468308658823168
5 luglio 1987, la Lazio del - 9 diventa leggenda: il ricordo della società - VIDEO
CALCIOMERCATO LAZIO - Sarri insiste per Ricci e boccia due alternative - IL RETSROSCENA