header logo

La Lazio soffre ma vince contro il Sassuolo e si riporta il secondo posto in classifica. In conferenza mister Sarri ha parlato della gara, queste le sue parole.

LA GARA

"Le gestioni delle partite così non piacciono, nei primi 35 minuti potevamo chiudere le partite. La partita non era semplice, quando gli abbiamo concesso campo soprattutto. Va bene prendere punti, molto bene la qualità dei primi 30 - 35 minuti".

MARCOS ANTONIO

"E' quello visto stasera, nel momento in cui la squadra riesce a palleggiare ha delle qualità immense. Sono molto contento di quello che ha fatto. Sono contento che abbia fatto una buona partita".

GESTIONE

"L'arbitraggio? io dal campo non ero in grado di capire perché è andato la seconda volta al VAR. Non andare al check sul fallo di mano mi ha disturbato".

FELIPE ANDERSON

"Oggi ha fatto bene in tutti e due i ruoli, ha avuto tre scambi veloci in cui è riuscito a liberare Lazzari. Mette in difficoltà gli avversari ed ha qualità e gamba, sono contento che abbia anche cominciato a segnare".

TARE

"Io ho una testa e penso con la mia, non mi interessa più di tanto. Ciro? Noi stiamo cercando di fargli riprendere la condizione fisica. Stiamo cercando di tirarlo su, ma senza portarlo alla fatica estrema, speriamo che faccia un ottimo finale di stagione".

CATALDI

"Cataldi ha un brutto ematoma nel polpaccio di dimensioni considerevoli, fino a ieri non poteva andare in appoggio. la vedo dura per sabato".

I NON TITOLARI

"In questa partita di Marcos Antonio ero molto tranquillo, perché sapevo fosse una partita nelle sue corde".

IL PRIMO SARRI

"io non mi ricordo nemmeno con chi l'ho fatta la partita in Serie A, cambiato tatticamente non più di tanto. La mentalità ed il tipo di gioco era questo, ero un po' più rigido, ora dopo varie esperienze ho capito che bisogna lasciargli un po' di spazio".

VIDEO

https://youtu.be/mqNUH0RTC6M
24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Lazio - Sassuolo, Felipe Anderson: "Il mister ci ha incoraggiato, guardiamo partita per partita. E se raggiungiamo l'obiettivo..."