header logo

E' giorno di presentazioni ion casa biancoceleste ed il secondo ad essere introdotto è stato Nicolò Rovella. Il terzino sinistro tornato alla Lazio dopo gli ultimi sei mesi della scorsa stagione è stato introdotto dal Direttore Sportivo Fabiani "Diamo il benvenuto a Rovella, al pari di Pellegrini ha attraversato questo momento di mercato, non nascondo che a un certo punto mi sono anche preoccupato, ho visto una sua foto sulla panchina del Monza. Ho pensato 'non è che questo mi sta tirando il pacco'. Sarò ripetitivo, ma tutti questi ragazzi hanno un comune denominatore: hanno tutti voluto fortemente la Lazio. Non so perché, però è la verità, potete chiederlo a chiunque di loro. Quando la Lazio si è affacciata, non hanno voluto sapere né se né ma, la Lazio. Ringrazio anche Rovella, ho saputo che rifiutava qualsiasi altra destinazione". 

LA LAZIO 

"Per me venire qui è un passo avanti per la mia carriera, la Lazio è un top club, ho voluto fortemente venire qui, è un'occasione unica. Sono felice".

CRESCITA

"Oltre a essere una grande opportunità, l'anno scorso ho fatto un buon campionato a Monza. Serviva uno step successivo, era importante venire in una squadra importante come la Lazio per giocarmi le mie carte".

NUMERO MAGLIA

"Per mio papà, il suo anno di nascita. Ce l'avevo a Genova, l'anno scorso non ho potuto prenderlo, questa volta l'ho voluto prendere subito".

REGISTA O MEZZALE

"Sarri mi ha telefonato, dicendomi che voleva farmi fare il regista basso. mi affiderò a lui al 100%, è un maestro, cercherò di apprendere il più possibile da lui. Mezzala? Se servirà, lo farò. Per me va bene qualsiasi ruolo".

ALLEGRI E LA JUVENTUS

"Preferirei parlare più della Lazio che della Juve in questo momento".

DIVERSO DA RICCI...

"Sono molto felice e onorato della possibilità che mi ha dato l'allenatore. Ricci lo conosco bene, è un ottimo giocatore. Gli auguro il meglio, sta facendo un percorso diverso a Torino".

COMPETIZIONE CON CATALDI

"Ho sentito Danilo prima di venir qui, è stato molto carino. Questo era importante. Siamo compagni di squadra ma è giusto ci sia concorrenza, spinge entrambi a far bene. È un ottimo giocatore, spero di assimilare il prima possibile le richieste del mister ed essere pronto".

COSA MANCA A CENTROCAMPO

"Sono tutti giocatori forti, abbastanza diversi come caratteristiche. Ci somigliano fisicamente, non siamo come Milinkovic. Credo sia più una roba di coesione, come trovare in campo, va trovata un alchimia, poi il tutto andrà benissimo".

INFORTUNIO

"Mi sono infortunato appena arrivato in tournée, sono stato fermo, Sto rincorrendo la forma, già avevo parlato col mister. Mi fermo ad allenarmi anche dopo gli allenamenti. I tre giocatori che hai detto sono mostri, il mio preferito è sempre stato Modric però non ho proprio le stesse caratteristiche".

DERBY

"Il derby più bello che c'è in Italia. Penso sia abbastanza simile al derby di Genova, ma qui a Roma moltiplicato per due. Non vedo l'ora di poterlo giocare".

VIDEO

In arrivo

EDITORIALE - Cronistoria di una Scudetto: Sono le 18:04 del 14 maggio 2000, la Lazio è campione d'Italia
Lazio - Genoa, dove vedere la partita in Tv ed in streaming

Sito di informazione ed approfondimento sulla S.S. Lazio.
Diretto da Franco Capodaglio

Powered by Slyvi