header logo

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, oggi è intervenuto dalla sede della Luiss, a margine dell’evento I bilanci di una società. Queste le sue parole

CHAMPIONS 

«La Lazio ha 200 milioni di introiti, il Bayern Monaco arriva ad 800. All’andata gli potevamo fare tre gol, poi a Monaco ce ne hanno fatti tre loro. Ma tutto questo divario tra le squadre non c’era».

LA LAZIO

 «Berlusconi era un amico fraterno e mi indirizzò sul comprare la Lazio. I fatti hanno dimostrato che era una società salvabile. Guardate invece le altre squadre come Fiorentina o Napoli, che poi sono tutte fallite. Io invece posso rivendicare con orgoglio la data del 1900».

LOTITO PRESIDENTE

 «Sono due i principi fondamentali: non essere un tifoso-presidente, ma un presidente-tifoso. Il primo è accecato dalla passione, mentre io mi ritengo un gestore, coltivo passione e sentimenti per una comunità e ho l’obbligo di preservarle e tramandarle. Per evitare il fallimento della Lazio ho preso in carica una situazione che era drammatica».

I TROFEI

 «Abbiamo vinto dei trofei contro la Juve e contro l’Inter di Mourinho. La capacità di poter dire che ci siamo anche noi tramite il sacrificio. Un po’ come Davide e Golia, vinciamo perché siamo bravi e siamo determinati, ciò fa la differenza. Ci sono tante altre pagine che possiamo scrivere, come le formiche costruiamo il patrimonio di questo club»

LA ROMA 

«C’è una squadra che ha 550 milioni in negativo, tecnicamente è fallita. Però non faccio nomi, meglio stare zitti".

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Nazionale, un solo biancoceleste tra i convocati - LA LISTA