header logo

Dopo le coppe europee torna la Serie A, ecco i nostri consigli per questa giornata 

PORTIERI

Tra i pali spazio a Martinez: una delle rivelazioni in questa stagione, contro il Monza può portare buoni voti e chissà magari un clean sheet. SI anche a Maignan: quest’anno meno brillante, ma resta sempre un top e in Milan-Empoli può portare la seconda imbattibilita di fila dopo Lazio-Milan. NO a Musso e Silvestri, ormai scesi nelle gerarchie di Gasperini e Cioffi, i titolari sono Carnesecchi e Okoye

DIFENSORI

Per quanto riguarda il reparto arretrato consigliamo Di Lorenzo: quest’anno pochi bonus, troppe insufficienze ma sta crescendo, contro il Torino c’è bisogno di lui per portare a casa punti fondamentali per la Champions. SÌ anche a Acerbi: tornato dall’infortunio dovrebbe tornare titolare, stagione da protagonista per l’ex Lazio, diventato un punto di riferimento per Inzaghi. NO a Casale e Alex Sandro, entrambi partono dalla panchina e vista la stagione che stanno disputando, meglio evitare di schierarli.

CENTROCAMPISTI

A centrocampo spazio a Oristanio: è tornato dall’infortunio, stava scalando gerarchie e ora in Cagliari-Salernitana può fare la differenza, Ranieri ha bisogno di lui. SI anche a Loftus-Cheek: viene dal gol in Europa league e sta disputando una grande stagione, contro l’Empoli può incrementare il suo bottino. NO a Ikonè e Ciurria, autori fin qui di una stagione a dir poco disastrosa a livello fantacalcistico.

ATTACCANTI

Per quanto riguarda il reparto offensivo diamo fiducia a Kvara: nelle ultime giornate sta tornando ad alti livelli viene da 3 gol nelle ultime 2, contro il Cagliari vuole continuare a portare bonus. SI anche a Dybala: momento magico per l’argentino, devastante sia in campionato che in Europa, contro la Fiorentina è assolutamente da inserire. Fuori invece Toure: tornato già da qualche settimana dal lungo infortunio rimediato a Settembre, non è ancora riuscito a ritagliarsi il suo spazio, in Juve-Atalanta meglio lasciarlo fuori. NO anche a Nzola, poco utilizzato nelle ultime settimane ma in generale una stagione pienamente insufficiente.

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Lazio, Sarri su Moggi: "Non rispondo ad un radiato che ha mandato la Juve in B dopo 100 anni"