header logo

Al termine della gara di Europa League tra Roma e Sheriff Tiraspol vinta dai giallorossi per 3-0 ha parlato ai microfoni di SkySport il tecnico giallorosso Josè Mourinho. 

Girone

"Il bilancio è che per colpa nostra finiamo secondi, perché abbiamo fatto un’unica partita orribile, che è quella di Praga, che ha deciso la situazione del primo e secondo posto. In casa tre partite e tre vittorie senza problemi, fuori casa abbiamo vinto la prima, non si può andare a Praga e fare quella partita. Paghiamo per nostra colpa. Che significa pagare? Significa giocare due partite in più per una rosa che non ha bisogno di partite in più, ha bisogno di partite in meno e adesso dobbiamo giocare due partite in più contro una squadra importante di Champions, ma anche loro non sono tanto contente".

Sorteggio

“Il Benfica l’anno scorso è arrivato ai quarti di Champions e non nascondono che per loro essere in Europa League è una frustrazione, perché sono una squadra fatta per arrivare più lontano. Questa è la loro ambizione. Le altre squadre, quando vedi Galatasaray, Lens, Feyenoord, sono squadre che hanno la condizione per continuare in Champions. Per loro arrivare in Europa League è una motivazione e una responsabilità. Non c’è il PSG, che poteva esserci, non c’è lo United, che poteva esserci, e parliamo di squadre che vogliono vincere la Champions. Non ci sono loro, ma ci sono squadre ottime. Spero che quest’anno non succeda quello dell’anno scorso, dove noi abbiamo vinto contro Salisburgo, Real Sociedad e Leverkusen e sembrava che noi avessimo vinto contro una squadra di Faeroe Islands, con tutto il rispetto per le squadre di Faeroe Islands”.

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Caos Supercoppa, cambiano le date: ecco quando giocherà la Lazio