header logo

Le pagelle di Lazio - Frosinone

Provedel: sv

Spettatore non pagante in una gara in cui deve far fronte solo al calcio di rigore di Soule e poco altro.

Marusic: 6,5

Attento e pulito nella fase difensiva in cui tiene a bada le velleità offensive dei ciociari. Prova a dar manforte a Felipe Anderson che però lo ignora in un paio di situzioni.

Gila: 7

Che sia Kaio Jorge o Cheddira non passa uno spillo dalla sua parte. Bravo anche quando deve eludere il primo pressing del Frosinone. Sembra in crescita ed ora Sarri ha un'alternativa in più.

Patric: 7,5

Come Gila chiude la saracinesca davanti a Provedel ed ha il merito di segnare il gol che chiude la gara.

Pellegrini: 6,5

Un tempo a tutta birra in cui tiene a bada Soule e si propone con grande continuità Va vicino al gol del vantaggio con un ran tiro ad inizio ripresa, ma si deve arrendere ad una condizione non ottimale. 

Hysaj dal (54'): 6

Entra e la squadra va subito sotto di un gol. Non si scompone e tiene botta nel momento più duro uscendo nel finale anche in proposizione offensiva.

Rovella: 7

Grande muro davanti alla difesa dove catalizza tantissimi palloni. Bravo anche a velocizzare la manovra e l'azione del pareggio parte da una sua intuizione.

Cataldi (dal 86'): sv

Pochi minuti per congelare la partita.

Guendozui: 6

Altra partita di sostanza rovinata nel voto dall'errore sul calcio di rigore. Bravo però a non scomporsi nel momento di difficoltà ed a portare a casa la pagnotta.

Kamada: 6

Parte benino con buone velleità offensive e sembra essere in palla quando entra in possesso del pallone. L'intesa con Zaccagni latita, ma non solo per sue colpe. Esce tra i fischi non meritati.

Vecino (dal 66'): 6

Ha il merito di pareggiare l'inerzia fisica della gara quando il Frosinone prende campo e coraggio.

Felipe Anderson: 4,5

Primo tempo orribile condito da errori ed atteggiamento da serata di ballo. Esce all'intervallo meritatamente.

Isaksen (dal 46'): 7,5 

Mette a segno l'assist del pareggio e segna il gol del vantaggio in una serata per lui magica. Il suo innesto cambia il volto della squadra soprattutto per avere la faccia tosta di provare le giocate anche in mezzo agli avversari. Troppo generoso quando potrebbe segnare la doppietta ma serve un assist a Castellanos che è in fuorigioco. Adrenalina pura.

Catsellanos: 7,5

Segna un gol da pazer di area di rigore con un colpo di testa alla Gigi Casiraghi. Ha il merito di essere lucido e servire l'assist a Isaksen per il gol del sorpasso.

Zaccagni: 7

E' l'uomo più continuo in avanti perchè ogni volta che prende il pallone è un problema fermarlo. Sbaglia qualche appoggio, ma non gli si può rimproverare nulla sull'impegno. 

Pedro (dal 86'): sv

Gettone 

Sarri: 7

Senza tanti punti di riferimento della squadra mette in evidenza dei progressi dal punto di vista del gioco e del carattere. La squadra è sfortunata in una delle poche volte che il Frosinone si porta in area di rigore, ma stavolta riesce a ribaltare il risultato in maniera più che meritata.

 

 

24 gennaio 1947, nasce il mito che non muore più: Chinaglia, eterna icona del calcio romantico
Lazio - Frosinone, Isaksen in mixed zone: "Dal primo giorno sognavo il gol sotto la Curva Nord..." - VIDEO