header logo

Ai microfoni dell'Ansa il Presidente della Lega Calcio Lorenzo Casini è tornato sulla polemica aizzata dalla Roma e dal tecnico De Rossi sul recupero dei 19' minuti finali della gara contro l'Udinese che è stato fissato per giovedì 25 aprile. La società giallorossa come rimarcato dal suo tecnico avrebbe preferito posticipare il recupero a data da destinarsi per permettere l'anticipo a sabato della gara contro il Napoli visto che lo stesso giorno giocherà il Bayern Leverkusen avversario in semifinale di Europa League. 

La Roma non si è sentita tutelata? 

Sono rimasto molto sorpreso perché quella della gara interrotta era un’ipotesi ben regolata dallo statuto. Non capitava da almeno 15 anni e questa ipotesi prevede che il recupero dei minuti mancanti vengano fatti il giorno successivo. Le squadre non hanno voluto e, quindi, da statuto, c’erano 15 giorni per fissare il recupero. Nonostante questo ho ritenuto opportuno coinvolgere l’organo collegiale di governo per verificare se vi fosse la possibilità di andare incontro alla Roma. Questa possibilità, leggendo lo statuto, non esisteva quindi si è indicato il recupero e siccome sono solo 18 minuti, si è chiesto alla Roma di scegliere l’orario e il giorno per giocare con il Napoli offrendo la massima disponibilità possibile per una decisione dove non c’era nessun margine di discrezionalità da parte mia.

21 giugno 1987 Lazio - Vicenza: Giuliano Fiorini diventa un eroe biancoceleste
Lazio - Juventus, i convocati di Tudor: fuori a sorpresa un titolarissimo