header logo

Dai microfoni di “A Bola” è tornato a parlare Josè Mourinho che ha sparato a zero sull'ex Direttore Generale Thiago Pinto che nei giorni scorsi aveva dichiarato come "Quando c'è da licenziare un tecnico io mi sento morto, perché quando un allenatore va via significa che anche il direttore sportivo non ha fatto bene qualcosa".

 La mia partenza dalla Roma? 

Non c’è nulla di strano in questo. Difficile capire come un allenatore che raggiunge due finali europee di fila venga esonerato. Questa è l’unica cosa strana. 

Le parole di Tiago Pinto su di me? 

Le interviste al signor Tiago Pinto, sinceramente, non perdo un secondo né a leggerle né ad ascoltarle, non mi interessano per niente. Ciò che dice o pensa mi dice poco, per non dire nulla. Non ho alcun interesse. 

e lavorerei ancora con lui? 

No, certamente no. Scelte. A volte le cose ci portano a pensare che sia possibile, ma in questo caso non è possibile. 

Novità sul mio futuro? 

Per il momento zero, zero notizie. Non ho un club, sono libero, ma voglio lavorare. In estate voglio lavorare. 

Ritorno in Portogallo? 

Mai dire mai, soprattutto nel calcio. La mia vita è il calcio, posso allenare ovunque. Non ho problemi.

La conferenza stampa di presentazione di Tudor

12 anni senza Mirko Fersini: il ricordo della società
Nazionale, Mancini che gaffe: rifiuta gli autografi a dei bambini e si mette il cappuccio per non sentire le loro urla - VIDEO